Lunedi, 18 Novembre, 2019

#terremoto nel Centro Italia. Epicentro vicino a Ussita. I primi video

#terremoto nel Centro Italia. Epicentro vicino a Ussita. I primi video #terremoto nel Centro Italia. Epicentro vicino a Ussita. I primi video
Acerboni Ferdinando | 27 Ottobre, 2016, 08:56

"Stiamo ancora valutando la situazione con l'Anas, ma chiuderemo la strada Salaria all'altezza di Arquata del Tronto", ha detto il dirigente della Protezione civile regionale.

Al momento - come viene spiegato dalla prefettura - nella Tuscia non sono stati verificati danni. Alle 19,11 la prima scossa di terremoto, di magnitudo 5.4 della scala Richter, a 9 chilometri di profondità, con epicentro nella provincia di Macerata, tra Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita (dove sono crollate alcune case), e Preci.

AGGIORNAMENTO ORE 21.31: "È stato un terremoto fortissimo, apocalittico, la gente urla per strada e ora siamo senza luce, vi prego lasciateci lavorare". Lo ha detto il sindaco di Ussita, Giuliano Rinaldi, a Skytg24, in relazione all'ultima e più forte scossa di terremoto.

"Sono crollate parecchie case: la situazione è apocalittica, il nostro paese è finito". "Il più forte terremoto della mia vita", aggiunge subito dopo. Lo ha detto il vicesindaco di Ussita, Massimo Valentini, a Rai Radio 1.

AGGIORNAMENTO ORE 20.57: La scossa di terremoto che ha colpito il centro-Italia ha danneggiato la Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Norcia.

Ci sono crolli anche nelle frazioni di Amatrice. Istituti scolastici chiusi anche ne Frusinate: a Sora, Ceprano, Fontechiari, Monte san Giovanni Campano e Castelliri. Si tratta di un edificio di piccole dimensioni. Il bilancio è di due feriti: due persone di Visso ricoverate in ospedale in codice giallo. Paura e terrore continuano a diffondersi nella zona del Centro Italia, in particolare in Valnerina nelle Marche. Al lavoro decine di vigili del fuoco e uomini della protezione civile.

Nella zona dell'epicentro sono saltate le linee elettriche. Il sisma ha avuto l'epicentro nella provincia di Macerata, con magnitudo superiore a 5. Lo rende noto l'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). Nel suo territorio, nella zona del parco di monti Sibillini, si trovano le sorgenti del fiume Nera.

Altre Notizie