Domenica, 16 Giugno, 2019

Canone Tv, pagamento con F24 entro il 31 ottobre

Canone Tv, pagamento con F24 entro il 31 ottobre Canone Tv, pagamento con F24 entro il 31 ottobre
Esposti Saturniano | 27 Ottobre, 2016, 08:45

Ricordiamo che se non si fornisce una diversa dichiarazione, lo Stato presuppone la detenzione di un apparecchio televisivo per ogni contribuente che abbia una fornitura elettrica a sé stesso intestata per la propria residenza anagrafica. Se viene confermato l'addebito tramite la prossima bolletta in emissione, il termine di pagamento del canone sarà la data di scadenza della bolletta. Ma procediamo con ordine. Adiconsum, Adoc e Ctcu, nell'ambito del progetto "TiVuoiInformare" spiegano che l'Agenzia delle Entrate riporta sul proprio sito il caso specifico nella sezione delle domande frequenti: "Ho ricevuto la fattura elettrica senza l'addebito del canone TV". L'addebito avviene nella prima fattura elettrica utile, nella quale sono addebitate le rate scadute. Oggi, il Canone si paga insieme alla bolletta della luce, partendo dal presupposto di presunzione dell'apparecchio tv legato al possesso di utenza elettrica residenziale; l'importo è di 100 euro - contro i 113,50 del 2015 - e nel 2017, con l'inserimento del Canone Rai all'interno della Legge di Bilancio 2017, ci potrebbe essere un'ulteriore riduzione del 10% di questa imposta.

Per chi non ha ancora pagato il canone Rai, ci sarà l'ultima possibilità con scadenza fissata al 31 ottobre.

In questi giorni alcuni venditori di energia stanno comunicando alle loro utenze che, in particolare per i contratti con allacciamenti con potenza superiore a quella standard, quindi con 4,5 kW oppure 6 kW, il canone non verrà addebitato in bolletta. È il caso, ad esempio, di chi prende in affitto un appartamento in cui il contratto elettrico resta intestato al proprietario dell'immobile.

I codici tributo da inserire nel modello, fa sapere l'Agenzia delle entrate, sono "TVRI" (per rinnovo abbonamento) o "TVNA" (per nuovo abbonamento).

- i contribuenti intestatari di utenza elettrica, che non hanno ancora ricevuto l'addebito in bolletta, ad esempio per nuove attivazioni o volture ancora in corso.

Il pagamento dell'importo dovuto deve essere effettuato in unica soluzione entro il 31 ottobre usufruendo delle modalità telematiche, ovvero dei servizi F24 web o F24 online attraverso i canali Fisconline o Entratel o servizi di internet banking o remote banking, o presentando il modello cartaceo presso banche, Poste italiane o agenti della riscossione, se non si è titolari di partita IVA e le somme da versare non superano i mille euro e non vengono utilizzati crediti in compensazione.

Altre Notizie