Lunedi, 17 Giugno, 2019

Terzo valico, indagini anche in Umbria

Italia e mondo Italia e mondo
Esposti Saturniano | 26 Ottobre, 2016, 23:48

SI tratta di manager di Cociv, il consorzio che sta realizzando il terzo valico e imprenditori. E' quanto contesta la procura di Genova agli indagati sulla base delle indagini svolte dal Gico del nucleo di Polizia tributaria del capoluogo ligure.

Decine di arresti in tutta Italia per corruzione in due distinte inchieste sulle Grandi Opere e sul Terzo Valico ferroviario. Le indagini della procura e dei finanzieri genovesi dell'inchiesta Arka hanno incrociato quelle dei carabinieri romani in un filone di Roma Capitale, la maxi inchiesta sulla mafia nella città eterna. Sono i reati contestati a vario titolo dalla Guardia di finanza di Genova a 14 tra imprenditori e dirigenti destinatari di altrettante ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari. Le persone, a conoscenza del fatto che fossero 'controllati', spesso comunicavano a gesti. In corso perquisizioni in diverse regioni.

Operazione dei Carabinieri di Roma in varie regioni nei confronti di 21 persone per le Grandi Opere. Inoltre, sarebbe stata accertata l'esistenza di rapporti corruttivi tra il direttore dei lavori con i vertici dei General Contractor che si occupano della realizzazione delle tre grandi opere pubbliche.

Le indagini partite singolarmente sono poi proseguite in collaborazione tra Carabinieri e Guardia di Finanza. "In una circostanza la turbativa veniva accompagnata dal pagamento di una somma di denaro".

Il General Contractor incaricato della progettazione e costruzione del Terzo Valico è il Consorzio Cociv (che al momento non ha rilasciato commenti), composto da Salini-Impregilo (che non commenta la vicenda) col 64%, Società Italiana Condotte d'Acqua (31%) e Civ (5%).

Dalle immagini riprese dalle telecamere nascoste posizionate dagli uomini della Guardia di Finanza si nota una prima persona che provvede ad oscurare l'ufficio abbassando le tapparelle e quindi si nota una seconda persona che consegna una "bustarella". Un sistema oliato, secondo gli inquirenti, che andava avanti da almeno un anno e mezzo.

Altre Notizie