Domenica, 23 Settembre, 2018

Arrestata la "Monnalisa afghana" fotografata da McCurry

Arrestata la Arrestata la "Monnalisa afghana" fotografata da McCurry
Evangelisti Maggiorino | 26 Ottobre, 2016, 19:14

La ragazza divenne famosa come la "Monna Lisa della guerra afghana".

Di nazionalità afghana, la giovane viveva come rifugiata nel campo profughi di Nasir Bagh, in Pakistan, durante il periodo dell'occupazione sovietica dell'Afghanistan, quando McCurry la immortalò.

Sharbat è stata quindi arrestata dalla polizia.

È stata arrestata la ragazza afghana della foto celebre di Steve McCurry, forse uno dei volti più famosi della drammatica crisi moderna dei profughi: Shartat Bibi, la famosa rifugiata afghana con gli occhi verdi immortalata dalla bellissima copertina di National Geographic è stata arrestata in Pakistan in un poco chiaro caso di cronaca. Steve Mc Curry scatta una nuova foto che finisce ancora una volta sul National Geographic: è il volto di una persona diversa, più matura, ma con gli stessi, magnetici, occhi verdi. Lo riferisce la tv DawnNews. Già nel febbraio del 2015 i documenti di identità concessi a Sharbat e ai suoi due presunti figli erano stati annullati perché ritenuti falsi.

Agenti della Agenzia federale di indagini (Fia) si sono recati a casa della donna e le hanno contestato il reato di falsificazione del Documento nazionale di identità computerizzato (Cnic) pachistano.

Secondo le accuse, Sharbat Gula - questo il suo nome - avrebbe richiesto una carta d'identità falsa nell'aprile 2014 a Peshawar, dichiarando di essere nata in Pakistan, e di chiamarsi Sharbat Bibi. Il documento avrebbe migliorato le sue condizioni di vita in quanto in Pakistan i rifugiati afgani hanno una libertà limitata. Solo allora si fece scattare un'altra foto, che McCurry commentò così: "La sua pelle è segnata, ora ci sono le rughe, ma lei è esattamente così straordinaria come lo era tanti anni fa".

Altre Notizie