Martedì, 21 Agosto, 2018

Niente rottamazione per le multe Equitalia diventa "Agenzia-Riscossione"

Equitalia lascia il posto all’ Agenzia delle Entrate Riscossione che avrà più poteri. E le cartelle già notificate Niente rottamazione per le multe Equitalia diventa "Agenzia-Riscossione"
Esposti Saturniano | 26 Ottobre, 2016, 19:08

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, si è detto: "Fiero e orgoglioso di questa firma del Decreto Fiscale". Per le multe stradali, invece, lo sconto riguarda i soli interessi e le altre maggiorazioni previste.

Confermato lo scioglimento di Equitalia a partire dal primo luglio 2017. Il Presidente del nuovo Ente sarà il direttore dell' Agenzia delle Entrate. Lo statuto verrà approvato con decreto governativo, su proposta del Mef. Il decreto fiscale stabilisce che il nuovo ente è autorizzato ad avvalersi del patrocinio dell'Avvocatura dello Stato competente per territorio, ma potrà stare in giudizio avvalendosi direttamente di propri dipendenti davanti al tribunale e al giudice di pace, salvo che, ove vengano in rilievo questioni di massima o aventi notevoli riflessi economici, l'Avvocatura dello Stato competente per territorio, sentito l'ente, assuma direttamente la trattazione della causa. In merito al riassorbimento, si recita: "può essere disposto solo nei limiti dei posti vacanti nelle dotazioni organiche dell'amministrazione interessata e nell'ambito delle facoltà assunzionali disponibili. I lavoratori e le lavoratrici vanno confermati e basta, senza alcun criterio selettivo perché è la loro storia professionale a parlare a loro sostegno". L'Inps cederà il 49% delle quote all'Agenzia delle Entrate, che ne diventerà così l'unica proprietaria. L'assenza di una Manovra vera, propria e definitiva (e del decreto fiscale), rende infatti difficile capire quali siano le reali intenzioni del Governo. Nel testo del provvedimento su "Disposizioni urgenti in materia fiscale per il finanziamento di esigenze indifferibili".

Agenzia riscossione: la rottamazione delle cartelle " non c'è nessuno condono nella manovra del governo, e anche con il superamento di Equitalia chi ha preso una multa la deve pagare, non è che non la può pagare.

DA ROTTAMAZIONE INCASSI PER 2 MLD IN 2017 - La "definizione agevolata" garantirà il prossimo anno un gettito erariale di 2 miliardi di euro. Nel triennio 2017-2019 porterà un totale di 3,7 miliardi nelle casse statali.

Bocciata la cosiddetta 'norma salva Corona' (leggi qui), il decreto prevede inoltre fino al 31 luglio 2017 (con possibilità di integrare l'istanza e presentare i documenti fino al 30 settembre) la riapertura dei termini per la voluntary disclosure.

Non è dunque più contemplata l'aliquota forfait al 35%, che aveva provocato dure polemiche: al suo posto le normali aliquote progressive sui redditi. Dal 2017 la trasmissione dei dati, attualmente annuale, diventa trimestrale. Sostanzialmente, Equitalia sarà accorpata all'Agenzia delle Entrate e riguardo le cartelle dei cittadini che vantano debiti verso il Fisco ci sarà una sanatoria da oltre quattro miliardi. 600 MILIONI IN PIU' PER I CENTRI DI ACCOGLIENZA - Le risorse destinate all'attivazione, la locazione e la gestione dei centri di accoglienza per stranieri irregolari sono incrementate di 600 milioni nel 2016. Per i Comuni che accolgono i richiedenti asilo è autorizzata la spesa di 100 milioni per il 2016 e l'istituzione di uno specifico fondo. Un decreto del ministero dell'Interno definirà le modalità di riparto delle risorse per un massimo di 500 euro a richiedente.

POTENZIATE AGEVOLAZIONI CINEMA - Per l'anno 2016 l'importo di 140 milioni stabilito per il tax credit per il cinema e l'audiovisivo è incrementato di 30 milioni.

Altre Notizie