Domenica, 21 Ottobre, 2018

Ziggy, il cane morto di eroina in un parco a Roma

Esquilino in rivolta dopo la morte del cane Ziggy si preparano i picchetti Piazza Vittorio Roma
Evangelisti Maggiorino | 26 Ottobre, 2016, 10:45

Il povere animale ha addentato una bustina che conteneva sostanze stupefacenti, non si sa se si trattasse di eroina o cocaina ma, come denuncia la padrona del cane, il risultato non cambia: il suo cane è morto di verdose a causadel degrado che si è diffuso in tutti gli strati sociali della Capitale. I residenti protestano per l'estremo degrado che colpisce la città. Stava giocando in un'area dedicata ai cani a piazza Vittorio, in zona Esquilino, a Roma. È morto in una clinica veterinaria di viale Etiopia, nel quartiere africano, dopo aver sofferto per ore convulsioni che lo hanno portato a perdere i sensi e a ucciderlo.

L'episodio ha sconvolto la vita di tutta la famiglia, che aveva adottato il piccolo Ziggy da un canile: L'ho chiamato così in omaggio a David Bowie, ma nell'area cani lo avevano ribattezzato "Lucignolo" perché giocava con tutti. A Elia fa eco Loredana Pronio, presidente dell'associazone animalista FederFida: "Quello che è accaduto è inaccettabile, al posto di Ziggy poteva esserci anche un bambino".

Altre Notizie