Martedì, 15 Ottobre, 2019

Whatsapp e Telegram: ecco come spiare le chat

Whatsapp e Telegram: ecco come spiare le chat Whatsapp e Telegram: ecco come spiare le chat
Acerboni Ferdinando | 25 Ottobre, 2016, 23:23

A rivelarlo è InTheCyber, una società lombarda che si occupa della sicurezza informatica. Whatsapp ritiene che le responsabilità siano in campo alle compagnie mobili, mentre Telegram non ha fornito alcun commento.

Anche per sapere se il numero vittima dell'attacco sia acceso o spento non serve molto, esiste un'app anche per questo. L'accesso ai gruppi ed alle chat private sarebbe quindi cosa facilmente fattibile.

Speriamo che chi di dovere si dia una mossa per correggere questa falla, senza il classico metodo dello "scaricabarile".

La segreteria telefonica è una vera e propria porta d'accesso ai dati degli utenti, dato che la verifica si può tranquillamente effettuare attraverso un codice comunicato telefonicamente da una voce sintetizzata.

E una volta ottenuto l'accesso c'è il via libera per leggere tutte le conversazioni in partenza e in arrivo da un determinato telefonino.

Sono le due app di messaggistica più utilizzate dagli utenti, eppure i problemi di sicurezza sono all'ordine del giorno.

Le segreterie telefoniche. Nel caso di SIM Wind, è possibile ascoltare i messaggi da un altro telefono di rete fissa o mobile (escluso TIM) di un numero Wind chiamando il "+39 323 205 4200" e inserendo come codice di sicurezza 2121 oppure 1111 se il l'abbonamento o la ricaricabile sono stati attivati dopo il 14 giugno 2004.

Per InTheCyber, scrive il Corriere, il problema è fortemente sottovalutato.

Telegram, invece, "non ha risposto alla nostra segnalazione, come anche i gestori che abbiamo contattato" hanno concluso gli informatici. Come evitare di essere spiati su WhatsApp e Telegram Se Telegram al momento non fornisce una dichiarazione, a seguito della comunicazione di InTheCyber, al contrario E3UhVEOz034 e dei sistemi delle segreterie telefoniche.

La falla, per quanto lontanamente possa apparire, potrebbe costituire un serio problema non soltanto sul fronte della sfera privacy ma anche su quello di una potenziale ripercussione fisica del Paese, ora sempre più massicciamente vittima di episodi di violenza e terrorismo internazionale, al vaglio degli esponenti estremisti che maliziosamente potrebbero sfruttare la falla a loro completo vantaggio.

Il guaio è che per farlo bastano competenze tecniche minime.

Altre Notizie