Mercoledì, 21 Agosto, 2019

Renzi svela il logo del G7 su twitter

Renzi a Palermo Trapani Taormina e Messina Renzi svela il logo del G7 su twitter
Esposti Saturniano | 23 Ottobre, 2016, 04:49

"Non c'e' opera piu'impattante per l'economia di un territorio che la foto di gruppo del G7". Volontà ribadita anche in occasione della visita del Primo Ministro a Catania a settembre nella giornata conclusiva della Festa dell'Unità.

L'evento ha, da oggi, un logo ufficiale che lo stesso Renzi ha svelato in anteprima sui social, Twitter in particolare. Nel corso di un meeting fra capi di governo dell'Unione europea c'è stato un "collega" del Presidente del Consiglio che ha avuto l'amabilità di fare alcune battute pesanti sulla Sicilia, interrompendo Renzi che illustrava le bellezze del suo Paese, Sicilia compresa. A completare il grafico, la classica scritta: "G7 2017 TAORMINA". Ci sarà anche un importante concerto e stiamo discutendo perché c'è una sorta di derby tra chi dice che qui non si potrà non fare "Bellini" e chi dice che il "Mascagni" della Cavalleria Rusticana ha una sua logica.

Intervenendo all'inaugurazione dell'anno accademico, al Teatro Massimo, Renzi ha evidenziato che "la cultura dei tagli ha fatto male ovunque". Ha detto che la Sicilia è terra della mafia e io ho detto che prima di parlare della Sicilia quella persona avrebbe dovuto studiare. "Ma mi pare evidente e indiscutibile il ritorno per il territorio".

Renzi a Taormina ha incontrato una delegazione italiana a capo dell'organizzazione del G7, composta da rappresentanti di palazzo Chigi e della Farnesina. Lo dice il premier Matteo Renzi in una conferenza stampa a Taormina. L'ultimo G7 ha avuto 7.000 accrediti stampa. Tutto quello che occorrerà per arrivare in sicurezza e tranquillità lo faremo, sia per le infrastrutture che ad esempio per l'eliporto.

"Non raccontate 'che bello arriva il G7'. Significherebbe avere un concetto stravagante della parola compensazione: nel resto di Italia farebbero a gara per avere il G7". "Non è che se fai una strada poi la togli", aggiunge. Ci sono dei denari in legge di stabilità e naturalmente le opere poi resteranno qui. Presenti tra gli altri l'ambasciatore Alessandro Modiano e il sindaco Eligio Giardina.

Renzi dal palco dell'hotel taorminese ricorda ancora i motivi della scelta della città siciliana.

Altre Notizie