Mercoledì, 17 Luglio, 2019

Spiata, filmata, fotografata: la portaerei russa Admiral Kuznetsov attraversa la Manica

Navi della task force navale in questa Navi della task force navale in questa
Evangelisti Maggiorino | 23 Ottobre, 2016, 04:11

La flotta russa, scrive la Bbc, è composta da diverse navi, tra cui la portaerei Admiral Kuznetsov - l'unica nell'arsenale di Mosca -, che può trasportare oltre 50 velivoli.

L'allarme è stato lanciato da un "alto diplomatico" della Nato che a Bruxelles ha parlato con i giornalisti per confermare quello che le intelligence navali dei paesi Nato stanno seguendo ormai da settimane. Tra le imbarcazioni che accompagnano la portaerei ci potrebbe essere anche un sottomarino, ci sono due cacciatorpediniere (una è il "Severomosk" che ha lo stesso nome del porto di partenza, l'altro è il "Vice Ammiraglio Kulakov"), e quattro navi di appoggio: una di queste è un rimorchiatore da altura che lascia acceso il trasponder che segna gli spostamenti, e per questo rende la rotta tracciabile anche attraverso i sistemi open source. Evidentemente la Russia si prepara a un massiccio attacco in Siria, approfittando della paralisi americana dovuta alle imminenti elezioni. Fin qui nessuna sorpresa: la stessa stampa russa nei giorni scorsi aveva annunciato che una flotta sarebbe passata dallo stretto di Gibilterra.

"I russi stanno muovendo tutta la Flotta del Nord e quasi tutte le unità della Flotta del Baltico verso il Mediterraneo", dice una fonte Nato alla Reuters. "Siamo preoccupati che la squadra navale della portaerei possa sostenere le operazioni militari in Siria, aumentando le sofferenze della popolazione", ha dichiarato citando Aleppo.

Al Aleppo Est dal mese di luglio si p accesa una battaglia finale: fra i 270 mila civili (fra cui moltissime donne e bambini) ci sono circa 8000 ribelli, di cui 800 jihadisti del gruppo Jabat Al Nusra.

Altre Notizie