Venerdì, 02 Dicembre, 2016

Renzi da Obama fa il pieno di fiducia in vista del Referendum

In missione negli Usa: Bebe Vio atterra a Washington insieme a Renzi e Benigni Obama elogia Renzi, "E' giovane, bello e gli piace twittare"
Acerboni Ferdinando | 20 Ottobre, 2016, 01:58

Alla base dell'amicizia e dei pubblici attestati di stima, il reciproco appoggio elettorale. "A nessuno importa come vestiamo noi, tutti guardano loro", ha sussurrato Obama a Renzi indicando le signore mentre le coppie facevano il loro ingresso nella Casa Bianca. "Non voglio parlare del referendum né influenzare, ma le riforme fatte da Matteo sono giuste. Io faccio il tifo per Renzi, dovresti rimanere al timone ancora per un po'". Come detto, in vista del Referendum, ora Renzi ha un alleato in più, almeno dal punto di vista morale. Fino all'invito al premier italiano, che "dovrebbe restare in politica a prescindere dall'esito del referendum".

Insomma, tornando al referendum, c'è chi dice che il "No" sbandierato dall'ex premier Mario Monti - di certo non un campione di simpatia - sia una mossa sottobanco di Renzi per spingere a votare "Sì" per reazione.

Obama spera che l'amico Renzi possa trasformarsi in una sorta di messaggio subliminale rivolto agli italoamericani: "Votate Hillary, votate Hillary". Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, accompagnato dalla moglie Agnese, era stato accolto dal presidente Obama e dalla moglie Michelle, accompagnato dal ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni e dall'ambasciatore italiano a Washington, Armando Varricchio. "Mi sono riservato il meglio alla fine", scherza ma non troppo Obama, "mi sento italiano di adozione", e a testimonianza del profondo rapporto tra i due Paesi aggiunge: "Ci piace il cibo, la moda, il vino e Sophia Loren".

Invitato insieme all'atleta paralimpica Bebe Vio, alla direttrice del Cern Fabiola Gianotti, alla sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini, alla curatrice del Moma Paola Antonelli, allo stilista Giorgio Armani, al presidente dell'Autorità anticorruzione Raffaele Cantone e al regista Paolo Sorrentino, il comico e premio Oscar Roberto Benigni ha tenuto un breve spettacolo in onore di Barack e Michelle Obama durante la cena offerta alla mini-delegazione italiana in visita con il presidente del Consiglio Matteo Renzi alla Casa Bianca. "Quando il presidente Barack Obama verrà a visitare l'Italia nei prossimi mesi gli faremo assaggiare una delle più buone paste che abbia mai mangiato". La sua vicinanza al popolo italiano viene ribadita a più riprese.

"Abbiamo una visione in comune".

"I nostri pensieri continuano ad essere per le vittime del terremoto". "Ma il loro comportamento ha minato le norme internazionali", ha spiegato Obama.

Altre Notizie