Venerdì, 02 Dicembre, 2016

Asili, la Camera approva la videosorveglianza

Asili nido: la Camera approva le telecamere anti-abusi Telecamere negli asili: video non ai genitori, solo ai pm
Evangelisti Maggiorino | 20 Ottobre, 2016, 01:14

A Montecitorio, i voti a favore sono stati 279, 22 i contrari e 69 gli astenuti (tra cui il Movimento5Stelle). A favore si sono dichiarati tutti i gruppi di maggioranza e di opposizione del centrodestra ad eccezione di Sinistra Italiana che invece ha votato contro. Per quanto concerne le strutture pubbliche, spetta alle amministrazioni comunali (per gli asili nido e le scuole dell'infanzia) e alle Asl (per le strutture socio-assistenziali) garantire che le strutture possiedano i requisiti urbanistici, edilizi, di prevenzione antincendio, di igiene e di sicurezza organizzativo-funzionali e di gestione del personale previsti dalla normativa vigente; provvedere all'installazione di telecamere a circuito chiuso nelle strutture di loro competenza. Il testo ora passa al Senato. Il testo prevede, infine, che il governo emani norme per la formazione specifica del personale degli asili nido, delle scuole dell'infanzia e delle strutture socio-sanitarie per anziani e disabili. "Ora - ha concluso - non resta che augurarci che al Senato si arrivi ad una rapida e definitiva approvazione".

Proposta bipartisan - La legge è frutto di un lavoro bipartisan - i relatori sono Gabriella Giammanco di Fi e Antonio Boccuzzi del Pd - e da un impegno corale delle forze politiche visto che unifica ben 13 proposte, presentate in Parlamento nel corso degli ultimi anni. La necessità di una regolamentazione della materia nasce, ad avviso dei proponenti, dall'aumento dei casi di maltrattamenti perpetrati a danno di bambini, anziani e disabili all'interno delle strutture che li ospitano. La legge consente l'installazione delle telecamere di sorveglianza salvo prima avvertire in modo chiaro e specifico tutti gli utenti e i lavoratori della struttura. In Italia un caso a settimana di violenze in asili e strutture sanitarie. Inoltre, per l'installazione del sistema di videosorveglianza sarà necessario l'assenso dei sindacati e sempre per la tutela della privacy, la presenza dei sistemi dovrà essere segnalata con dei cartelli a tutti quelli che accedono negli edifici monitorati.

Altre Notizie