Venerdì, 02 Dicembre, 2016

Arresti per contrabbando carburanti

Esposti Saturniano | 19 Ottobre, 2016, 22:42

Una maxi operazione congiunta, quindi, che vede in campo l'Agenzia delle dogane e i militari dell'Arma, è in corso di svolgimento non soltanto su tutto il territorio italico, ma anche in ben 5 paesi europei. Contestualmente sono state eseguite 24 perquisizioni domiciliari.

Con l'ausilio di vari strumenti e metodi è stato possibile ricostruire i dettagli di una frode transnazionale concernente l'introduzione in territorio italiano di carburanti in totale evasione dell'accisa e dell'IVA, in quanto "camuffati" da merce non sottoposta ad accise e, dunque, trasportata su autocisterne scortate da semplice lettera di vettura.

All'alba sono scattate numerose perquisizioni, soprattutto nelle province di Roma, Verona, Napoli, Milano, Brindisi e, appunto, Lecce.

Decine le misure cautelari disposte dal tribunale altoatesino, nei confronti di altrettanti individui, ritenuti vicini a un'organizzazione dedita all'attività di contrabbando di carburante.

I soggetti indagati avrebbero organizzato un traffico illecito per cui i prodotti che erano classificati come "additivi" o "anticorrosivi" provenienti da Paesi UE, venivano introdotti in Italia. In questo modo gli additivi venivano "camuffati" da "carburante con accisa assolta" e scaricati presso depositi commerciali o presumibilmente anche a distributori stradali (gasolio di contrabbando). Scoperta e disarticolata una gang criminale specializzata nel contrabbando di carburanti e l'evasione delle accise per un danno erariale superiore ai 3 milioni di euro. Indagini e arresti anche in Germania.

Altre Notizie