Venerdì, 02 Dicembre, 2016

Vivendi attacca Mediaset: "Niente più priorità alla soluzione amichevole su Premium"

Mediaset Premium Vivendi Basta soluzioni amichevoli siamo pronti a difenderci Vivendi, pronti a scontro con Mediaset
Esposti Saturniano | 19 Ottobre, 2016, 21:04

(Teleborsa) - Vivendi chiude definitivamente i rapporti con Mediaset, annunciando che una "soluzione amichevole" della vicenda Premium "non è più una priorità". Il gruppo francese Vivendi ha fatto sapere infatti attraverso una nota ufficiale che "da oggi si ritiene libera dalla sua volontà di privilegiare una soluzione amichevole e si riserva il diritto di condurre ogni azione necessaria per difendere i propri interessi e i suoi azionisti". È quanto l'azienda francese rende noto in un comunicato apparso oggi sul sito. Tra queste, la nuova istanza presentata il 12 ottobre che mira ad "intimidire Vivendi" e chiede il sequestro del 3,5% del capitale di Vivendi.

All'origine della contesa c'è l'accordo dello scorso 8 aprile, vincolante, in base al quale Cologno avrebbe rilevato il 3,5% del colosso media francese in cambio di un 3,5% del gruppo di Cologno e del 100% della sua pay tv. La comunicazione aveva subito innescato una dura presa di posizione di Mediaset e Finivest, che hanno in seguito anche avviato azioni legali contro Vivendi con la richiesta di danni multi-milionari. Eppure, stando alle indiscrezioni, i contatti si erano mai interrotti. Con le dichiarazioni odierne di Vivendi, tuttavia, il dossier sembra avere preso una piega insanabile. "Il gruppo Vivendi, quindi, non può essere ritenuto responsabile per l'attuale situazione".

Altre Notizie