Martedì, 22 Ottobre, 2019

Raggi: è andato bene incontro con il governo

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE
Evangelisti Maggiorino | 19 Ottobre, 2016, 00:09

Si tratta del conto dei cosiddetti premi a pioggia, erogati alla gran parte degli oltre 23mila dipendenti capitolini negli anni che vanno dal 2008 al 2012, che sono stati sanzionati dagli ispettori del Mef.

Questa mattina la Sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha partecipato ad un incontro a Palazzo Chigi con il Sottosegretario Claudio De Vincenti: con lei erano presenti anche l'assessore al bilancio Andrea Mazzillo, il direttore del dipartimento personale Raffaele Marra e il ragioniere generale Stefano Fermante. Perché stando ai sindacati, la vertenza sul salario accessorio è tutto fuorché archiviata.

Morbida la sindaca: l'incontro, dice Virginia Raggi 'è stato positivo, non sono state rilevate criticità sulla soluzione proposta dal Comune di Roma. Ma i sindacati sono sul piede di guerra, e all'amministrazione romana chiedono "un intervento immediato che slocchi le somme inspiegabilmente non versate", e annunciano un'azione legale promossa da Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl Roma e Lazio e "l'immediato inizio della raccolta delle adesioni dei dipendenti al ricorso per il recupero del salario accessorio non erogato". L'ipotesi, confermano da Palazzo Chigi, piace e al netto dei "necessari approfondimenti tecnici" risulta fattibile.

C'è un assegno di 340 milioni di euro che "balla" nella trattativa che il Campidoglio sta portando avanti con Palazzo Chigi per coprire gli extra costi del salario accessorio. Il comunicato del governo riferisce, poi, che "la delegazione capitolina ha quindi illustrato le problematiche connesse alla gestione corrente del bilancio e al Piano triennale per la riduzione del disavanzo del Comune di Roma previsto dalla legge". Il Governo ha invitato il Comune "ad una verifica nella sede deputata ad affrontare tale problema che è il tavolo interistituzionale previsto dalla medesima legge e che già opera per monitorare l'attuazione del piano di rientro". "Il Tavolo si riunira' a breve per il monitoraggio sul primo semestre 2016". Per questo, il commissario prefettizio del Campidoglio aveva bloccato il pagamento della quota del secondo semestre 2015. Il salario accessorio e per l'appunto il rientro del maxi-debito. Alla sindaca Raggi i segretari generali Natale Di Cola, Roberto Chierchia e Sandro Bernardini inviano un ultimatum: "Se vuole evitare il contenzioso agisca subito, altrimenti oltre all'azione legale partirà la mobilitazione, senza escludere lo sciopero generale".

Altre Notizie