Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Chievo-Milan, le pagelle: Kucka e Niang sugli scudi, Birsa punge su punizione

Cacciopini Corbiniano | 18 Ottobre, 2016, 14:43

Il Chievo esce con 0 punti dal posticipo del Bentegodi: i tre punti vanno al Milan di Montella.

E' però l'atteggiamento dei giocatori che deve far felici i tifosi.

A distanza di ben 8 dall'ultima volta il Milan torna finalmente ad occupare il secondo posto in campionato.

Al 36′ bella azione di Izco che slalomeggia tra le maglie rossonere prima di servire Floro Flores, ma Donnarumma blocca bene.

Il fattore C portato da Montella in questa stagione non può passare inosservato e no, non stiamo parlando di qualche episodio fortunato qua e là capitato alla squadra rossonera dai regali di Sampdoria e Lazio prima, al rocambolesco gol di Bacca in casa del Chievo poi. "Intanto, mi gratifica vedere i ragazzi sorridenti, felici di quello che stanno cominciando a raccogliere". "Sì assolutamente, è una partita importantissima se si conclude con una vittoria di una delle due squadre quella arriverà al secondo posto". Prima rete stagionale per il centrocampista slovacco, che 'rischia' addirittura la doppietta poco dopo, ma il diagonale di destro finisce fuori non di molto. Complimenti al Chievo che si è meritato tutti i punti che ha fatto. Birsa ha completato la serata del mancino con il momentaneo 1-2: gol dell'ex con la classica punizione a giro sopra la barriera. L'unica nota negativa è che i clivensi non riescono a creare nessuna palla gol: l'unico squillo è di Birsa che si vede deviare in angolo da Donnarumma un debole tiro dal limite. E' anche grazie a questi piccoli particolari che si spiega la risalita del Milan, una squadra svuotata fino allo scorso anno, ma che oggi - invece - sembra essere di nuovo pronta per tornare a recitare una parte importante nel calcio italiano. Poco male per Montella, visto che dopo nemmeno un minuto della ripresa arriva il raddoppio: uscita troppo disinvolta di Dainelli a centrocampo, Niang parte forte e col sinistro infila ancora una volta Sorrentino, dedicando il gol a Montolivo.

Sicuramente la partita non è stata semplice da sbloccare con gli uomini di Maran aggressivi sin dall'inizio, tuttavia, gli uomini di Montella hanno avuto il merito di non perdere la calma aumentando il ritmo del match se pur lentamente.

Altre Notizie