Martedì, 16 Luglio, 2019

Mercati Usa poco mossi dopo nuovo confronto tra Trump e Clinton

Mercati Usa poco mossi dopo nuovo confronto tra Trump e Clinton Mercati Usa poco mossi dopo nuovo confronto tra Trump e Clinton
Evangelisti Maggiorino | 18 Ottobre, 2016, 14:28

Ryan avrebbe sottolineato la necessità di fare tutto il necessario per la vittoria di Trump e la conquista della Casa Bianca da parte dei repubblicani.

Dentro il partito Trump mantiene una base di sostegno su cui contare: i repubblicani più radicali sono a loro volta insorti contro Ryan e a favore del loro portabandiera. Tuttavia nessuno dei due è riuscito a fare affermazioni concrete sulle politiche che adotterebbero qualora si ritrovassero a occupare lo studio ovale.

Audience. Da record, ancor più che il precedente dibattito. Un video esilarante che sta impazzando sul web.

Nonostante gli altri argomenti trattati (Obama Care, Siria, Islam, tasse), ciò che i milioni di telespettatori ricorderanno è un confronto bollente al quale non si assisteva da molto tempo negli Usa. Così lo Speaker della Camera dei Rappresentanti, il repubblicano Paul Ryan, ai sui colleghi di partito in Congresso, dopo il video con le dichiarazioni sessiste di Trump.

Mentre molti candidati alla Camera e al Senato prendono le distanze da Trump, e qualcuno lo invita perfino a ritirarsi, i sondaggi lo vedono in forte affanno. Compatti invece i democratici. Il sito fondato dall'australiano Julian Assange aveva infatti rilasciato una serie di comunicazioni di Hillary Clinton, e fra queste anche il contenuto dei discorsi che la ex segretario di Sato aveva tenuto fra il 2013 e il 2015 a un gruppo di banchieri di Wall Street. Al Gore sostiene la Clinton in Florida, dove è anche Bill.

John Podesta, il presidente della campagna di Clinton, ha aggiunto che "c'è il timore tra le persone su cosa possa significare una elezione" di Trump. Anche l'ex accanito avversario delle primarie, Ted Cruz che i colleghi senatori consideravano un candidato potenzialmente ancora più negativo del miliardario, ha ribadito di "sostenere Trump perché Hillary Clinton è un disastro", smentendo le voci di una sua presa di distanza. Ti attaccano da tutte le parti. "Non sanno vincere, glielo insegnerò io!". Hillary che si aspettava il colpo, ha mostrato sempre più il viso tirato e un sorriso falsato cercando di cambiare discorso, con postura e gestualità da Pnl (programmazione neuro linguistica, ndr). Lo riferisce il portavoce Josh Earnest. Secondo l'ultimo sondaggio Nbc/Wsj, condotto tra sabato e domenica ovvero dopo la diffusione della registrazione ma prima del dibattito televisivo tra i contendenti alla presidenza Usa, la candidata democratica è in vantaggio con il 46% delle preferenze mentre Donald Trump è al 35%. Anche se non si sono verificate vere e proprie rivelazioni, le email hackerate hanno aperto una finestra sul lavoro del team più ristretto di Clinton. "Le mie sono parole, le sue azioni", ha detto il candidato repubblicano, che prima del dibattito si era presentato davanti alla stampa con tre delle donne che dicono di essere state abusate da Clinton.

Altre Notizie