Sabato, 21 Settembre, 2019

Tifosi contro Icardi, portavoce Curva Nord Inter: "Ritira il libro"

Inter gli striscioni della Curva contro Icardi Tifosi contro Icardi, portavoce Curva Nord Inter: "Ritira il libro"
Cacciopini Corbiniano | 18 Ottobre, 2016, 11:03

Dopo il weekend da dimenticare a causa del proprio libro, e non solo dal punto di vista calcistico con una sconfitta e un rigore sbagliato, lunedì mattina il capitano dell'Inter ha ricevuto una visita da parte della Digos.

Il bomber dell'Inter Mauro Icardi non perde la fascia di capitano.

Intanto, dopo un incontro con i dirigenti della società Nerazzurra, Mauro Icardi - che verrà sanzionato per aver violato il regolamento dell'Inter - ha affidato al sito ufficiale della squadra le proprie parole.

Facciamo un passo indietro, allora, per capire cos'era successo: in settimana Icardi ha presentato la propria autobiografia dal titolo "Sempre avanti - La mia storia segreta". Una pagina dove alcuni toni sono inappropriati e sono davvero dispiaciuto che ci siano andati di mezzo proprio i tifosi dell'Inter.Per questo mi scuso e mi impegnerò perché queste pagine non ci siano più, in modo che nessuno possa sentirsi offeso, tradito e minacciato. Tutto nasce da una pagina del mio libro, che probabilmente è stata buttata giù troppo d'istinto.

La proposta per il club parigino è quella di uno scambio tra due attaccanti stellari: Maurito approderebbe a Parigi in cambio di Edinson Cavani, attaccante che piace, e non poco, in casa Inter. La mia impressione è che nel racconto lui abbia voluto dire che all'epoca ha reagito così, sbagliando a farlo ma oggi da capitano non farebbe più quell'errore. Oggi si dovrebbe decidere la multa al giocatore e la perdita della fascia da capitano per tutto il 2016. "A breve sarà disponibile una nuova ristampa", annuncia, su Twitter, Paolo Fontanesi, che ha curato l'autobiografia di Mauro Icardi.

Ma se la società ha liquidato la faccenda con un sostanziale scappellotto, la frangia più calda del tifo nerazzurro resta sul piede di guerra. Nel libro, l'attaccante riporta un episodio avvenuto nel 2015 al termine di Sassuolo-Inter che lo vede coinvolto in un acceso confronto con un esponente della Curva: "Ho trovato il coraggio di affrontare la Curva a fine gara, insieme a Guarin. mi tolgo maglia e pantaloncini e li regalo a un bimbo". Poi sono d'accordo con la società quando ha detto che un capitano non avrebbe dovuto scrivere queste offese. A promettere che toglierà dalla sua biografia (inutile, c'è da dire, ma è questo il sistema editoriale) la parte che ha offeso i galantuomini della Curva Nord.

Altre Notizie