Lunedi, 24 Giugno, 2019

La verità di Wanda: "Colpa della traduzione"

Bufera contro Icardi tifosi sotto casa. Ma Wanda Nara smentisce Screenshot tratto da Twitter
Cacciopini Corbiniano | 18 Ottobre, 2016, 09:53

Wanda Nara chiarisce la turbolenta vicenda che ha schierato Mauro Icardi contro la tifoseria dell'Inter: "Il problema è stato risolto, c'è stato un malinteso con la traduzione". Ingenerando un'ulteriore botta e risposta con il giornalista argentino.

Il bomber dell'Inter Mauro Icardi non perde la fascia di capitano ma la sua biografia sara' epurata dalle pagine 'incriminate'.

Una sorta di vendetta trasversale che laggiù, in Sudamerica, ha assunto i contorni di una telenovela ricca di colpi di scena. Finito questo neanche il tempo di prendere una tisana rilassante che esce il comunicato degli ultras nerazzurri che gli dicono di togliersi la fascia essendo un pagliaccio, parliamo della storia della maglietta del bambino, dei criminali fatti venire dall'argentina se necessario per ammazzare chi minaccia Icardi. Secondo quanto svelato dal popolare conduttore, una sera, nel corso dei primi mesi del 2014, quando Maxi Lopez era tornato a giocare a Catania e si era da poco separato da Wanda Nara, alcuni mafiosi si sarebbero accostati alla macchina del calciatore, offrendosi per picchiare il "rivale" Icardi. Fra Maxi Lopez e la Curva Nord però, ci sono altri nemici: Messi, Maradona e tanti altri ancora. "Appena è uscito il libro lui ha subito proposto di chiarire la parte che riguardava i tifosi". "Puff! Quando non hai notizie, chiaramente te le inventi!".

Altre Notizie