Lunedi, 17 Giugno, 2019

L.Bilancio: manovra da 27 mld. Più soldi a Sanità, via Equitalia

L.Bilancio: manovra da 27 mld. Più soldi a Sanità, via Equitalia L.Bilancio: manovra da 27 mld. Più soldi a Sanità, via Equitalia
Esposti Saturniano | 16 Ottobre, 2016, 00:09

Lo riferisce il presidente del Consiglio Matteo Renzi in conferenza stampa dopo il via libera alla legge di bilancio. "Vogliamo chiudere con quel modello lì - spiega Renzi - che significa che quando non paghi una tassa ti arriva un sms ("se mi scordo")". "Passo dopo passo, un pezzettino alla volta", ha commentato Renzi. "E' un meccanismo di buon senso". Il governo in concreto ha stanziato un miliardo per alimentare il fondo di garanzia sul credito per le Pmi. Noi non vi stupiamo con effetti speciali ma con un lavoro quotidiano, paziente, tenace. "Sulla Sanità questo governo non ha mai tagliato e non inizia a farlo adesso". Un mld per le Pmi dal fondo della Presidenza, 7 mld per l'Ape e le pensioni basse.

Pubblico impiego - La manovra destina 1,9 miliardi di euro al pubblico impiego per il rinnovo dei contratti, per il comparto delle Forze armate, dei corpi di polizia e per le nuove assunzioni.

Investimenti pubblici - Dodici miliardi in tre anni per gli investimenti pubblici. Due miliardi per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego e canone Rai che scenderà a 90 euro. "E' un ulteriore cammino di discesa di tutto ciò che lo Stato chiede a cittadini". Il dato, che sarà inserito nel Documento programmatico di Bilancio, è rivisto al rialzo rispetto al 2% della Nota al Def. La crescita del Pil rimane all'1%.

Ci sono poi 600 milioni sulla famiglia, "un piccolo segnale - dice Renzi - verso un grande investimento sulla famiglia e sui figli che faremo nel 2018 con la modifica dell'Irpef".

Migranti - All'immigrazione il governo destinerà risorse pari allo 0,2% del deficit-Pil fuori dal Patto. Si tratta, ha aggiunto, di "un intervento che non ha alcun elemento nemmeno lontanamente assimilabile a un condono". 'I rapporti con l'Ue sono fruttuosi, problemi risolti prima', dice Padoan. Il premier in conferenza stampa al termine del Cdm che ha varato la legge di Bilancio, ha citato gli interventi per Industria 4.0 e il superammortamento.

Il Consiglio dei ministri è iniziato alle 15 è ha approvato una manovra di 24,5 miliardi per il 2017. Mentre per i contribuenti quali piccoli negozianti e artigiani c'è la possibilità di accedere a una tassazione (Iri) al 24% invece della tradizionale Irpef con le aliquote che arrivano fino al 43%. "E' molto importante per i piccoli", ribadisce il premier. Aumenta di 2 miliardi, e non di uno, il Fondo per la Sanità. La commissione, ha ricordato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, "risponderà nel giro di due settimane". A quanto apprende l'Ansa, la norma stabilisce l'esenzione ai fini Irpef dei redditi dominicali e agrari relativi ai terreni dichiarati da CD e IAP per gli anni 2017, 2018 e 2019. Un grande lavoro di squadra per l'Italia. Lo scrive la ministra delle Riforme Maria Elena Boschi su Twitter. Lo dice il ministro dell'Interno Angelino Alfano sottolineando che "Area popolare si è fatta valere con grandi risultati". Ancora una volta decisivi.

Una manovra piena di buone notizie per gli italiani. Per sgombrare il campo dall'idea di una sanatoria il premier puntualizza il dato sulle risorse recuperate dal fisco: "Questo governo contro l'evasione ha fatto 14,9 miliardi di euro, è il governo che ha fatto di più". C'è il bonus ristrutturazione che si allarga ai condomini e agli alberghi. "Nell'ambito del nuovo fondo unico per le assunzioni della PA -conclude- troveranno spazio le indispensabili assunzioni di nuovo personale al Mibact, sia per i profili specializzati (archeologi, storici dell'arte, architetti, bibliotecari, archivisti etc) che di amministrativi ".

Altre Notizie