Lunedi, 22 Luglio, 2019

Elezioni Usa 2016: i sondaggi premiano Hillary Clinton

CLINTON Elezioni Usa 2016: i sondaggi premiano Hillary Clinton
Evangelisti Maggiorino | 15 Ottobre, 2016, 21:50

A un evento a Greensboro, in North Carolina, a sostegno della candidata del suo partito, la democratica Hillary Clinton, Obama si e' detto sorpreso del fatto che si possa denunciare Trump per le sue dichiarazioni sessiste ma continuare a sostenerlo nella corsa alla Casa Bianca.

Il confronto è iniziato senza che i due contendenti si stringessero la mano ed è subito virato sul video, diffuso venerdì, che mostra Trump parlare volgarmente delle donne. "Mi spiace dirlo, ma se vinco darò istruzioni al mio 'attorney general' di nominare un procuratore speciale per fare luce sulla questione delle mail perché non ci sono state così tante bugie". D'altronde, è da come si superano i momenti di crisi che si capisce la tempra degli uomini.

Anche Al Gore scende in campo a fianco di Hillary Clinton oggi all'università Miami Dade, in Florida, swing state dove perse le elezioni presidenziali per 537 voti. Vittoria nel dibattito anche per il Los Angeles Times mentre al momento non ci sono istituti che assegnino la vittoria a Trump, dopo questo secondo confronto in diretta tv mondiale e non solo americana. The Donald, partito sfavorito per le note vicende sessiste, ha tentato a più riprese di trascinare Hillary allo scontro, e lei per non cedere alle provocazioni ha lasciato talune domande chiave senza un risposta sostanziale.

Ha peccato di incisività pur prevalendo sui contenuti, ha messo alle corde in qualche frangente Donald Trump, senza assestare quegli affondi finali che lo avrebbero potuto mettere Ko.

LA CLINTON VINCE PER LA SECONDA VOLTA - Inutile dire che i due candidati abbiano giocato prevalentemente in attacco, ognuno con il suo stile.

Donald Trump è riuscito, rispetto al primo dibattito, a mantenere la calma e assumere un tono più pacato ma i suoi consensi continuano a calare. Gli americani vogliono più tasse o meno tasse?

A quattro settimane dal voto - con l'ultima media dei sondaggi elaborata da Realclear che Clinton al 47,5% e Trump al 42,9% - si è tenuto quello che per molti, a partire da Politico, è stato il più brutto dibattito presidenziale nella storia degli Stati Uniti. Il senatore texano, l'ultimo contendente in Trump alle primarie ha dichiarato: "Continuo a sostenere il candidato repubblicano, Hillary Clinton è un disastro assoluto". I candidati possibili sono due, Hillary Clinton per il partito democratico e Donald Trump per quello repubblicano.

Arrivano intanto altri avvertimenti contro Trump. E lei lo ha coperto. Su Twitter, spiega www.ilsocialpolitico.it, si è imposto in maniera dirompente #MoreElectableThanTrump (più eleggibile di Trump), un hashtag creato dagli utenti per rimarcare in maniera ironica la scarsa eleggibilità del magnate americano.

R. - I temi forti sono stati posti dai cittadini.

Altre Notizie