Lunedi, 16 Settembre, 2019

Muraro: "Raccolta in affanno. Appalti? Dopo Mafia capitale non è cambiato nulla"

Muraro: Muraro: "Raccolta in affanno. Appalti? Dopo Mafia capitale non è cambiato nulla"
Acerboni Ferdinando | 15 Ottobre, 2016, 19:49

Il problema è che ci chiedono dove, ma per capire dove deve essere collocata dobbiamo capire la volumetria. "Il problema della raccolta - afferma in occasione del Forum CompraVerde - è dovuto a quegli appalti affidati sempre alle solite cooperative, non è cambiato nulla dopo Mafia Capitale. È lì che bisogna intervenire". Ben altro rispetto a quanto hanno cavalcato per mesi i grandi media che la volevano l'assessora, oltre che indagata, oggetto di un avviso di garanzia per la sua lunga e ben remunerata posizione di consulente di Ama. Ieri a lanciare l'allarme sul fronte dei rifiuti è proprio Paola Muraro, assessore all'Ambiente della giunta Raggi. In sostanza secondo la Muraro il problemi dei rifiuti a Roma sta nella chiusura tardiva di Malagrotta. "Vorremmo sapere cosa pensano i cittadini della Valle Galeria nel leggere le dichiarazioni dell'assessore. - rincara il consigliere regionale FdI Fabrizio Santori - Preoccupa poi lo spazio lasciato aperto all'eventualità di una nuova discarica che però non si assume l'onere di indicare".

A chi le chiedeva se dunque fosse in attesa della definizione della volumetria, Muraro ha risposto:‎ "Siamo in attesa di verificare a che punto è la raccolta differenziata, perché il monitoraggio è arrivato alla conclusione". "Con cadenza quindicinale, nei fine settimana si procede alla periodica disinfestazione dei bacini di conferimento (a settimane alterne tra i due impianti), mantenuti per questa ragione pressoché vuoti. - ha dichiarato l'azienda in una nota - Ogni fine settimana complessivamente nei bacini insistono in media circa 2000 tonnellate di rifiuto urbano residuo. Abbiamo delle difficoltà sulla raccolta differenziata dovute ai vari appalti che si sono susseguiti in questi mesi e dobbiamo mettere mano anche su questi". E la risposta del Governo non si è fatta attenere: "È la prima volta che incontro l'assessore Muraro". "Dobbiamo lavorare sulla prevenzione - ha aggiunto - perché per gli impianti serve tempo mentre la prevenzione si fa subito. Sull'inceneritore ho gia' detto qual e' la nostra linea, non serve a Roma, ce ne sono gia' abbastanza", dice Muraro.

L'evento ha offerto l'occasione di un incontro con il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti (foto Adnkronos).

"Per la prima volta oggi ho visto l'assessore Muraro". E ribadisco quello che ho sempre detto: le porte del mio ministero sono aperte per collaborare con tutti i Comuni.

"La strada deve essere quella dell'amministrazione comunale che decide- spiega Galletti- per me gli obiettivi sono importanti". E gli obiettivi sono: "chiusura integrata del ciclo rifiuti, poche discariche e maggiore raccolta differenziata".

Altre Notizie