Martedì, 23 Luglio, 2019

Allarme meteo a Genova: danni

Tromba d'aria a Genova tetti scoperchiati e alberi caduti /Video Allerta per acqua alta a Venezia Allarme meteo a Genova: danni
Evangelisti Maggiorino | 14 Ottobre, 2016, 22:16

In via Murcarolo la Chiesa dell' Assunta ha subito un parziale scoperchiamento, mentre i contenitori della differenziata sono stati spinti dalla furia del vento come fossero fuscelli e i tavolini di un bar venivano scaraventati in aria. Un capannone è crollato danneggiando alcune serre a Moconesi.

Pilone dell'illuminazione cade sul campo sportivo della Sampdoria. Le forti raffiche hanno creato molti problemi alle operazioni di attracco. Il vento che ha spazzato il Levante ligure lo ha fatto crollare. Ingenti i danni ma nessun problema alle persone.

Una tromba d'aria ha causato la disconnessione della linea elettrica di alimentazione dei treni e la caduta di un albero che ingombra la sede ferroviaria, coinvolgendo l'Intercity 35370 (Livorno-Milano) fermo in linea.

La tromba d'aria a Genova. Le situazioni più drammatiche a Zoagli, dove ci sono 300 passeggeri bloccati su un Intercity, e a Lavagna dove 200 viaggiatori che erano a bordo di un regionale sono stati fatti uscire in linea grazie all'intervento dei pompieri che hanno tagliato una ringhiera per permettere il passaggio dai binari alla strada Aurelia. Disagi per lo stesso motivo e traffico a senso unico alternato nel tratto di strada fra Sori e Recco. Nei pressi della stazione di Lavagna un cartello è finito sulla linea aerea. Le nevicate, che si sono attenuate nella notte, hanno ripreso venerdì mattina dalle prime ore dell'alba, anche se la quota neve è salita sopra i 2.300 - 2.500 metri di quota. Lo rende noto Anas. Numerose, a Torino, le chiamate alla centrale dei Vigili del fuoco per allagamenti e rami caduti. Secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, nei tre piccoli paesi dell'entroterra, ma anche sulla costa, nella zona compresa tra Nervi e Recco, il vento ha scoperchiato i tetti di decine di abitazioni e provocato la caduta di numerosi alberi e pali della luce. 20 e 30, la Sp 333 di Uscio e altre strade collaterali, la 14 di Davagna e la 82 di Sant'Alberto, nella zona del valico. L'invito del centro operativo metropolitano è di evitare di mettersi in viaggio in queste ore se non per motivi di urgente e assoluta necessità.

Altre Notizie