Martedì, 16 Luglio, 2019

Udinese, Delneri: "Ce la giocheremo anche se siamo sfavoriti"

Cyril Thereau Cyril Thereau
Cacciopini Corbiniano | 14 Ottobre, 2016, 19:19

A livello generale il centro sinistra lo predilige, chiaro che la partita è di una difficoltà enorme, ma se possiamo cerchiamo di sfruttare le piccole cose che la Juve ci può concedere.

Allo "Stadium" non sarà facile imporre il proprio gioco, ma chiudersi in difesa per 90 minuti sarebbe a dir poco controproducente: "Dobbiamo scendere in campo propositivi, non aspettare". L'Udinese poi non è una squadra che si può permettere un cambio obbligato. Ovviamente da altri come Wague non posso pretendere cose che non possono fare.

In chiusura d'intervista Delneri ci tiene a precisare che non ha fatto bene solo con il Chievo: "È il dato più eclatante, ma io ho fatto bene anche a Bergamo con il 4-2-3-1, e quanto rese Ferreira Pinto". Bisogna essere campioni in tutto. "La Juventus ha tante soluzioni, qualità, bravura dei singoli che è impossibile non pagare dazio se non riesci a respirare". "Anche se è finita in modo negativo". La sua esperienza là però non è stata felice: "Non voglio vedere titubanze psicologiche. Lo Juventus Stadium dà grandi stimoli e dai nostri giocatori pretendiamo che diano il massimo senza avere paura". Noi anche dobbiamo avere la forza di provare. "Dobbiamo cercare di far soffrire la Juventus, e domani deve essere un punto di partenza importante per il nostro campionato, al di là di questa partita", spiega il tecnico di Aquiliea, che l'anno scorso riuscì a battere la Juve alla guida del Verona, quasi retrocesso. "I giocatori di allora, in ogni caso, non erano certo quelli di cui ha adesso la squadra bianconera".

Altre Notizie