Lunedi, 17 Giugno, 2019

La Scozia prepara un nuovo referendum per separarsi dal Regno Unito

Il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon Il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon
Esposti Saturniano | 14 Ottobre, 2016, 09:07

Ad annunciarlo è stata la premier Nicola Sturgeon che ha intenzione di presentare la prossima settimana un nuovo progetto di legge per un referendum sull'indipendenza, sostenendo che il voto sulla Brexit abbia cambiato i termini di appartenenza al Regno Unito. La Scozia nel 2014 ha respinto il referendum sull'indipendenza con il 45% di s e il 55% di no, ma ora rischia di dover abbandonare la Ue dopo il voto del Regno Unito sulla Brexit.

Si tratta di un primo passo legale attraverso il quale gli scozzesi, che hanno votato in maggioranza per restare nell'Ue, si riserverebbero il diritto di chiedere una nuova consultazione in risposta all'uscita della Gran Bretagna dall'Unione. "Una hard Brexit cambierà UK in modo radicale" ha detto oggi Sturgeon, "Un Regno Unito fuori dal mercato unico - isolato, chiuso su se stesso, in emorragia di posti di lavoro, investimenti e opportunità - non sarà piú lo stesso paese del quale la Scozia aveva votato di rimanere parte nel 2014". David Mundell, il segretario di Stato per la Scozia del Governo britannico, ha detto che parlare di un altro referendum per l'indipendenza crea incertezza e danneggia l'economia scozzese. Ma Sturgeon si è rivolta direttamente alla premier britannica, Theresa May: "Se non può o non ci permette di proteggere i nostri interessi all'interno del Regno Unito, allora la Scozia avrà il diritto di decidere, di nuovo, se vuole adottare un cammino diverso".

Altre Notizie