Martedì, 11 Agosto, 2020

Tom Hanks alla Festa del Cinema di Roma: il nostro videoracconto

Tom Hanks alla Festa del Cinema di Roma: il nostro videoracconto Tom Hanks alla Festa del Cinema di Roma: il nostro videoracconto
Deangelis Cassiopea | 14 Ottobre, 2016, 09:03

Dalla Cinecittà di Anna Magnani alla Testaccio di Gabriella Ferri, passando per l'Aventino della ballerina russa Jia Ruskaja alla Trastevere di Lia Cavalieri, al Ghetto di Roma e i suoi sampietrini che ricordano morti e deportati.18 OTTOBRE – MAXXI - 'LA NOTTE NON FA PIU' PAURA': IL TERREMOTO DELL'EMILIA NELL'OPERA PRIMA DI MARCO CASSINI Sarà presentato martedì 18 ottobre 2016 alle ore 19:00, presso il Maxxi – Museo nazionale delle arti del XXI secolo (via Guido Reni, 4) all'interno della sezione Riflessi dell'undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, il lungometraggio “La notte non fa più paura”, opera prima di Marco Cassini, che sarà presente alla proiezione con gli attori protagonisti Giorgio Colangeli, Stefano Muroni e Walter Cordopatri e la produttrice esecutiva Ilaria Battistella. Una carriera lunga trent'anni costellata da successi intramontabili che sarà ripercorsa attraverso una retrospettiva di 15 film, compresi alcuni dei suoi lavori da regista.

Dopo una serie infinita di pre-aperture (da Inferno a In guerra per Amore di Pif), l'undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma srotola ufficialmente il tappeto rosso con un divo due volte premio Oscar. "Un festival di merda". A volte è facile dire di sì: ti pagano bene, puoi baciare una bella ragazza, puoi fare la parte di un duro, venire a Roma o magari lavorare con un regista che ammiri.

Lei non è solo attore ma anche un grande produttore. È molto liberatorio. Clint non dice né "Ciak!", ne "Si gira!", fa solo gesti e, dopo, ti si avvicina e ti parla a bassa voce, senza strillare. Il nostro paese si trova davanti a un bivio e come sempre ci sono ansia e timore, e non c'è dubbio che il mondo stia attraversando una fase significativa. Nella mia carriera è più difficile dire no che dire .

É vero; perché non mi piace fare il villano classico.

" Lavorerei con Roberto Benigni, saremmo fortissimi insieme". I cattivi sono sempre più archetipici e poco originali.

Ha sempre avuto l'opportunità di interpretare ruoli dal forte valore morale che lo aiutassero ad esplorare nel profondo il proprio Io, anche se si é visto costretto a regalare dei "No" non si é mai considerato uno stupido per aver perso un'occasione dal momento che é sempre riuscita a scegliere copioni con tematiche e con personaggi con sfaccettature altamente interessanti per la propria crescita.

Alle ore 17.30, presso la sala Sinopoli dell'Auditorium Parco della Musica, Tom Hanks sarà protagonista di un Incontro ravvicinato con il pubblico, nel corso del quale saranno mostrate sequenze dei suoi film e la clip di una pellicola particolarmente amata da Hanks.

Altre Notizie