Martedì, 15 Ottobre, 2019

La Regione ha presentato il Piano Evacuazione Vesuvio

Scafati Arancione. Piano di protezione civile La Regione ha presentato il Piano Evacuazione Vesuvio
Evangelisti Maggiorino | 14 Ottobre, 2016, 08:28

Il Piano Vesuvio è stato presentato nel corso di una conferenza che si è tenuta nella sala giunta della Regione, alla presenza del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, e del capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio. Sono previsti quattro livelli di allerta: base, ovvero la condizione attuale, attenzione, preallarme e allarme.

Infine, questi i "gemellaggi" con le regioni ospitanti: i residenti di Torre Annunziata saranno trasferiti in Puglia; quelli di Torre del Greco in Lombardia; quelli di Ercolano in Emilia Romagna; quelli di Boscotrecase in Basilicata; quelli di Boscoreale in Calabria; quelli di Pompei in Sardegna; quelli di Terzigno in Abruzzo; quelli di San Giorgio a Cremano in Toscana; quelli di Portici in Piemonte. "Nei 25 Comuni dell' area vesuviana compresi nel piano di emergenza, tra i quali figura anche Napoli, vi sono 672 mila residenti, con oltre 375 mila auto immatricolate".

Tutto è pronto per il Piano Vesuvio, quello che servirà per evacuare 700 mila persone in 72 ore attraverso l'impiego di 500 pullman e 220 treni nel caso il vulcano, l'unico attivo di tutta l'Europa continentale, decidesse nuovamente di eruttare.

"Il fatto che il Vesuvio attualmente stia dormendo, che non dia segnali di movimento deve essere sfruttato per organizzarsi nel miglior modo possibile e affrontare l'emergenza se si dovesse svegliare", ha dichiarato Francesco Peduto, presidente del Consiglio nazionale dei Geologi.

"Borrelli, che dal 2004 al 2009, è stato assessore alla protezione civile della Provincia di Napoli, ha poi sottolineato le parole di De Luca che ha detto che fino a oggi si è scherzato perché, purtroppo, non è una battuta, ma la tragica constatazione di come siano stati sprecati tempo e denaro pubblico in tanti anni senza produrre, a mio avviso, cose concrete e lasciando le popolazioni locali totalmente abbandonate". "É un'organizzazione complessa - ha spiegato il presidente della Regione Campania - Nei prossimi mesi lavoreremo per realizzare la rete viaria e infrastrutturale a supporto di questo piano". "Entro due settimane - ha detto De Luca - tutti i 25 Comuni interessati, ci consegneranno i piani comunali, e per la fine del mese il piano sarà completato".

La Regione Campania, in collaborazione con l'Agenzia campana per la mobilità sostenibile, hanno presentato gli ultimi aggiornamenti nell'ambito della pianificazione per l'allontanamento dei residenti dalla zona rossa del territorio vesuviano, e delle relative aree di incontro.

Altre Notizie