Sabato, 19 Settembre, 2020

Nizza, Mancini: "Balotelli è un ragazzo straordinario"

Nizza Mancini su Balotelli E un ragazzo straordinario Balotelli
Cacciopini Corbiniano | 14 Ottobre, 2016, 08:20

In pochissimo tempo Mario Balotelli ha conquistato la Francia: le sue prime positive uscite stagionali con il Nizza hanno fatto cambiare idea a molti suoi detrattori. Per celebrare al meglio le gesta di Balotelli, L'Equipe ha deciso di intervistare Roberto Mancini che dopo averlo lanciato all'Inter, lo ha allenato anche al Manchester City. Nel bene e nel male.

"E' incredibile che non sia l'attaccante titolare dell'Italia, ma se non gioca in Nazionale è solamente colpa sua", ha chiosato Mancini. Per me è un giocatore speciale, spero che capisca di avere una chance per diventare un giocatore d'alto livello - spiega -. Mancini però frena i facili entusiasmi: "Il Nizza gli sta dando una grande opportunità e lui non deve lasciarsela scappare - aggiunge -. Ma Mario la deve smettere di togliersi la maglia quando segna, per lui dovrebbe essere una cosa normale". Ero convinto che sarebbe diventato un fuoriclasse, vinse il campionato al suo primissimo anno e non è roba da tutti.

"Balotelli Era tranquillo in campo, giocava con serenità". È diventato campione d'Italia alla sua prima stagione, ed è raro. "Ma a 17 anni non doveva sopportare tutta la pressione che ha ora addosso". Marchio di fabbrica. SuperMario oggi si riprende la ribalta dei riflettori, ma c'è chi su Balotelli ha sempre creduto. "Con me è sempre stato rispettoso". Ogni tanto può farti incazzare ma impossible non volergli bene.

WHY ALWAYS ME? - "Quel giorno, sembrava che Mario fosse cresciuto". Chi più forte tra Adriano e Balotelli?

Nel 2012 arrivò il trionfo in Premier: "La gara più bella fu senza dubbio il derby contro lo United vinto per 6-1: in quel match Balotelli sembrava un adulto e tutti gli altri dei bambini, ero contento perché stava finalmente dimostrando il suo valore".

Mancini, fratello maggiore di Mario. Ma alla fine ho accettato, perché sono felice per lui che stia andando bene al Nizza. I fans erano innamorati di Mario! "Si innamorarono di lui" ha concluso. Avevo detto ai giocatori di non fare falli stupidi, dopo che Clichy era tornato dall'infortunio.

Altre Notizie