Sabato, 20 Luglio, 2019

Usa, due donne al New York Times: "Trump ci ha molestato sessualmente"

Usa, due donne al New York Times: Usa, due donne al New York Times: "Trump ci ha molestato sessualmente"
Evangelisti Maggiorino | 14 Ottobre, 2016, 08:15

La prima, tale Jessica Leed di New York, ora 74enne, ha sostenuto che oltre 30 anni fa, mentre viaggiava per affari su un aereo in prima classe, si ritrovò accanto a Trump che, senza conoscerla, dopo 45 minuti dal decollo alzò il bracciolo e cominciò a toccarle il seno e tentò di mettere la sua mano sopra la sua gonna. "Solo parole", aveva garantito Trump a proposito del video del 2005, negando nel secondo dibattito presidenziale che si fossero mai tradotte in azione.

Altre accuse arrivano da Mindy McGillivray, oggi 36 anni, che sarebbe stata molestata da Trump nel resort Mar-a-Lago, in Florida, nel 2003. Donald Trump, all'ennesima accusa di molestie sessuali, ha deciso di sguinzagliare gli avvocati. Poi c'è la vicenda di Rachel Crook, receptionist che lavorava in una delle società di Trump. La ragazza sconcertata da quanto accaduto è tornata a lavoro non sapendo come reagire.

Rischia di aggravarsi la posizione di Donald Trump che, dopo aver liquidato come 'chiacchiere da spogliatoio' un video del 2005 in cui si vantava volgarmente delle sue conquiste femminili, è stato accusato da tre donne di aver messo loro le mani addosso.

Crooks ha raccontato che si sentì subito molto scossa e disturbata dal fatto che lui la credesse così insignificante da permettersi di fare una cosa del genere. Il suo fidanzato di allora ha raccontato al New York Times che Crooks soffrì molto per l'aggressione e per la sensazione di impotenza che le provocò, spingendola a nascondersi quando lo incontrava e ad evitare tutti gli eventi in cui avrebbe potuto incrociarlo. Frasi "offensive, che fanno male, dolorose". Yahoo News riferisce che questa ha definito Trump "misogino" in un post su Facebook.

Spuntano ora le dichiarazioni di quattro donne che lo accuserebbero di essere state palpeggiate da Trump, contro la loro volontà.

Le prime accuse sono arrivate dalle colonne del New York Times. Secondo altri media statunitensi, altre donne hanno raccontato episodi di atteggiamenti sessuali inappropriati da parte di Trump. "È stato così inappropriato..." "Quest'intero articolo è fiction, per il New York Times è pericoloso lanciare una campagna coordinata per uccidere il personaggio Trump, basata su falsità totali", ha aggiunto in una nota il consigliere per le comunicazioni del candidato, Jason Miller.

Altre Notizie