Domenica, 22 Settembre, 2019

Bnl, comunicati ai sindacati 683 esuberi

Bnl, comunicati ai sindacati 683 esuberi Bnl, comunicati ai sindacati 683 esuberi
Esposti Saturniano | 13 Ottobre, 2016, 22:11

La Bnl, la banca romana controllata dai francesi di Bnp Paribas, si appresta a tagliare 700 posti di lavoro con prepensionamenti e a ridurre del 30% gli incentivi per il personale, oltre che a chiudere altri 100 sportelli entro il 2020.

Nel piano industriale inoltre si prevedono nuovi investimenti nell'IT e la valorizzazione della banca on line Hello bank. L'attenzione di Munari al corporate si è già vista nelle prime scelte fatte a Via Veneto: l'amministratore delegato nel luglio scorso ha avocato a sé le deleghe della direzione corporate togliendole al vice direttore generale Alberto De Angelis.

I 683 esuberi di personale comunicati ai sindacati da Bnl "saranno gestiti in maniera volontaria e nell'ambito del Fondo".

Tra istituto e sigle sindacali si apre ora il confronto per raggiungere un accordo sulla riorganizzazione entro dicembre. Per i sindacati, a cui come riporta l'agenzia Radiocor il piano dell'amministratore delegato Andrea Munari è stato annunciato martedì, la riduzione dei premi è "inaccettabile" a fronte dei "6 milioni percepiti dai sei top manager nel 2014". Riguardo alla rete, Bnl dal 2012 al 2016 ha gia' chiuso un centinaio di agenzie ed oggi conta su 787 agenzie con sportello di cassa che sommate ai 190 punti vendita portano a 900 agenzie complessive, troppe evidentemente per un mercato in profonda trasformazione e il piano di Munari ne prevede la chiusura di altri 100 con la necessita' di riconvertire, secondo calcoli dei sindacati, almeno 300 persone.

Altre Notizie