Martedì, 25 Giugno, 2019

Bcc, da Verona il no di Trento alla fusione

Chiudi

   Apri Chiudi Apri
Esposti Saturniano | 13 Ottobre, 2016, 19:37

Verona - Il Gruppo bancario cooperativo autonomo con capogruppo Cassa centrale banca di Trento (Ccb) si 'deve'fare.

"Qui c'e' un gruppo - ha concluso, riferendosi al progetto promosso da Cassa Centrale - che puo' stare benissimo tra i 2-3 che secondo me nasceranno". "Positiva ma debole" la redditivita', su cui "si potra' solo migliorare" con un target di utile lordo a 146 milioni nel 2020. La stesura del piano industriale è attesa per la fine dell'anno, mentre entro marzo 2017 arriveranno contratto di coesione, masterplan e aumento di capitale, per poi completare gli adeguamenti societari per il consolidamento entro fine giugno 2017.

Altre Notizie