Lunedi, 19 Agosto, 2019

Campania, boom di richieste di mutui: +8,9%

Campania, boom di richieste di mutui: +8,9% Campania, boom di richieste di mutui: +8,9%
Esposti Saturniano | 11 Ottobre, 2016, 10:00

La conferma, relativamente ai primi nove mesi del 2016, arriva dal Crif che ha rilevato un aumento pari all'11,6% delle richieste, da parte dei privati e delle famiglie italiane, di nuovi finanziamenti ipotecari e di operazioni di rifinanziamento rappresentate dai mutui attraverso la surroga. Sul fronte importi, a settembre il valore medio è stato pari a 122.945 euro. Decisamente più basso quello registrato a Viterbo, in media 99.649 euro.

A livello provinciale, è Benevento ad aver fatto registrare l'incremento più sostenuto di domande presentate agli istituti di credito, con un +17,3% rispetto al pari periodo dello scorso anno, che la colloca al 18° posto della graduatoria nazionale.

Per quanto riguarda la Campania nei primi 9 mesi dell'anno in corso il numero di richieste di nuovi mutui e surroghe ha fatto segnare una crescita del +8,9% mentre l'importo medio richiesto in regione si è attestato a 122.546 Euro, in sensibile crescita rispetto al 2015. A raccontarlo, il "Barometro Crif della domanda dei mutui", affidabile report in grado di restituire una puntuale immagine della situazione nazionale.

Segue Roma, con un incremento del +8,6%.

Il progressivo recupero verso i volumi pre-crisi emerge in modo chiaro anche dal confronto tra il dato relativo ai primi 9 mesi del 2016 e il corrispondente periodo degli anni precedenti: +76,9% rispetto al 2014, +98% rispetto al 2013. Arezzo, al contrario, è la provincia che ha fatto registrare il valore richiesto più contenuto, pari a 109.099 Euro. Vedremo se anche nell'ultimo trimestre dell'anno continuerà il trend positivo o se, al contrario, si assisterà ad un rallentamento della dinamica in corso. E questo sempre grazie sia al contributo delle surroghe, sostenuto dai bassi tassi di interesse applicati, sia delle condizioni del mercato immobiliare che continuano a mantenersi appetibili. Per quanto riguarda l'importo medio richiesto, l'ultima rilevazione del Barometro CRIF registra segnali altrettanto incoraggianti.

Per fascia d'età, invece, circa i due terzi delle richieste di mutuo vengono presentate da persone con un'età non superiore ai 44 anni con il 2,1% che ha dai 18 ai 24 anni, il 24,4% dai 25 ai 34 anni, ed il 36% dai 35 ai 44 anni. "Va però sottolineato come il peso dei mutui di sostituzione è destinato a diminuire progressivamente, non fosse altro per il fatto che, alla luce della stabilizzazione dei tassi di interesse su valori molto contenuti ormai da molti mesi, la maggior parte dei mutuatari che aveva la possibilità di rinegoziare le condizioni con la propria banca ha già esercitato questa opzione" - conclude Capecchi.

Altre Notizie