Domenica, 20 Ottobre, 2019

Maradona: Dispiaciuto per Higuain alla Juve, io dissi di no

Diego Armando Maradona Il mio amore per l'Italia e per Napoli Diego Armando Maradona
Cacciopini Corbiniano | 10 Ottobre, 2016, 15:55

Cappellino e tuta neri, zainetto in spalla: così il "pibe de oro" è sceso nei Terminal dello scalo romano insieme alla compagna Rocio Oliva. "Non ho molto da dire e non sono neanche scandalizzato". "Peccato
che dopo l'affare sia io che lei dobbiamo abbandonare l'Italia".
I tifosi napoletani ci avrebbero ammazzato". Sono arrivati a Roma da qualche giorno per prepararsi alla partita che si terrà mercoledì, un evento benefico voluto da Papa Francesco per devolvere gli incassi ai terremotati del centro Italia. La figura del presidente rispetto ai miei tempi è molto cambiata: prima poteva essere pure un tifoso un po' più ricco, oggi c'è bisogno che faccia l'imprenditore.

"Solo di amore. Non sarà la Guardia di Finanza a mettersi tra me
e l'affetto della gente, specie dei napoletani". Quanto alla possibilità che anche il Napoli diventi cinese, per Maradona "oggi nel calcio ci vogliono molti soldi". Non ci riuscirà nessuno, è impossibile, il mio desiderio è di tornare a Napoli quando voglio. Non sto facendo la vittima, voglio solo combattere per la verità che qualcuno sta nascondendo.
E nascondere è come rubare. Mi stanno rubando la possibilità di vedere quando mi viene la voglia la gente di Napoli, che amo. Voglio tornare a Napoli quando voglio, libero e tranquillo. "Voglio respirare ancora la sua aria" dichiara l'ex Pibe de Oro, rinnovando le sue critiche al fisco. I due alloggiano presso l'Hotel Hilton dove hanno incontrato anche Arek Milik, immortalando il momento con uno scatto che ha fatto il giro della rete. Libero di camminare, di visitare la città. "Eppure sono abbastanza scettico su figure lontane, lontane geograficamente e lontane
dalla storia di una società, dai suoi tifosi e dal suo ambiente,
che il calcio lo vivono solo come business". "E voglio
vedere il Napoli campione".

Altre Notizie