Martedì, 15 Ottobre, 2019

A dieta la metà degli italiani

A dieta la metà degli italiani A dieta la metà degli italiani
Acerboni Ferdinando | 10 Ottobre, 2016, 13:45

Questo è uno dei dati che emerge nell'indagine effettuata dalla Coldiretti e dall'Istituto di sondaggi Ixè nell'ambito dell'Obesity day, che ricorre in tutto il mondo il 10 ottobre. Colloqui e consulenze gratuite per sensibilizzare su sovrappeso e obesità, un problema che riguarda quasi cinque italiani su dieci e che non risparmia i più piccoli.

Secondo lo studio in Italia, il 36,2% della popolazione adulta è in sovrappeso, mentre una persona su 10 è obesa (10,2%), quindi complessivamente quasi la metà degli italiani (46,4% degli over 18) ha chili di troppo: numeri in continua crescita e aumentati di circa 3 punti percentuali dal 2001 al 2014.

Molise al primo posto per la percentuale di maschi in sovrappeso in Italia. I cittadini più in forma si trovano in Trentino-Alto Adige, Valle d'Aosta, Piemonte e Lombardia. Nel 2015 si è registrato un aumento negli acquisti di pesce (+5%) e olio di oliva (19%). Il risultato è che - precisa la Coldiretti - quest'anno il consumo pro-capite di frutta e verdura sfiorerà i 320 chili a testa.

"E' indiscussa - commentano il direttore e il presidente della Coldiretti Molise, Saverio Viola e Tommaso Giagnacovo - la salubrità della dieta mediterranea che, fondata principalmente su pane, pasta, frutta, verdura, olio extravergine e il tradizionale bicchiere di vino, consumati a tavola in pasti regolari, permette di tenere il peso sotto controllo e ha consentito agli italiani di conquistare il record nella longevità". "Un ruolo importante per la salute - conclude la Coldiretti - riconosciuto anche con l'iscrizione della dieta mediterranea nella lista del patrimonio culturale immateriale dell'umanità dell'Unesco, avvenuto oltre 5 anni fa, il 16 novembre 2010".

Altre Notizie