Lunedi, 22 Luglio, 2019

Limite vita umana 122 anni, quasi impossibile superarlo

125 anni è il limite della longevità. Lo dice la scienza Limite vita umana 122 anni, quasi impossibile superarlo
Machelli Zaccheo | 10 Ottobre, 2016, 01:57

Questo limite potrebbe essere determinato per ogni specie animale da una serie di caratteristiche della longevità, una sorta di sistemi di garanzia codificati nel genoma che possono riguardare imperfezioni relative al trasferimento di informazioni nelle funzioni cellulari. Nonostante i progressi della medicina e tecnologia, l'essere umano supererà i 100 anni di vita media, ma arriverà ad un punto in cui non si potrà più andare oltre. "Gli ulteriori progressi contro le malattie infettive e croniche possono continuare a far aumentare l'aspettativa di vita media, ma non la massima durata della vita", ha dichiarato, spegnendo in parte le speranze, il prof. Ora è l'italiana Emma Martina Luigia Morano la donna più anziana del mondo: compirà 117 anni il prossimo novembre. Comunque, considerate le eccezioni, hanno stabilito che l'età massima in assoluto è di 125 anni. A dirlo è uno studio pubblicato su Nature e condotto dai dipartimenti di Genetica e di Oftalmologia e Scienze visive dell'Albert Einstein College of Medicine di New York.

La probabilità di superare tale soglia è inferiore a 1 su 10.000.

Ma a tutto c'è un limite, e così sulla base di un modello matematico realizzato dal gruppo coordinato da Jan Vijg, e supportati dalle informazioni di banche dati come lo Human Mortality Database, ha dimostrato che l'età media di sopravvivenza è aumentata progressivamente, soprattutto nei paesi sviluppati, quelli che per intenderci consentono migliori condizioni di vita, fino a stabilizzarsi intorno al 1980. Gli scienziati hanno quindi rivelato una costante riduzione della mortalità, legata a un aumento dell'età massima al momento della morte. Visionato con grande attenzione anche l'International Database on Longevity per scoprire i 'Matusalemme' della Gran Bretagna, della Francia, degli Usa e del Giappone. L'essere umano più longevo di tutti i tempi è stata la francese Jeanne Calment, morta nel 1997 a 122 anni. Ebbene se dagli anni 70′ si è assitito a un aumento della durata della vita media tuttavia già a partire adgli anni 80′ questo margine di incremento si è significativamente ridotto.

Detto in altri termini, i programmi genetici riguardano crescita, sviluppo, maturazione e riproduzione, e sono il frutto di 3,7 miliardi di anni di evoluzione della vita: l'invecchiamento è solo un effetto collaterale.

Altre Notizie