Mercoledì, 21 Agosto, 2019

Deutsche Bank: Bild, no accordo con Usa

Deutsche Bank: Bild, no accordo con Usa Deutsche Bank: Bild, no accordo con Usa
Esposti Saturniano | 09 Ottobre, 2016, 16:52

Da un lato le lucrose attività di investment banking hanno registrato negli ultimi anni un costante calo dei ricavi (e delle quote di mercato del gruppo tedesco), dall'altro la redditività delle operazioni di banca commerciale vedono una redditività in calo e un rapporto tra costi e ricavi tra i più elevati al mondo.

L'istituto di credito tedesco sta decidendo se vendere le azioni una volta raggiunto un accordo con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sull'utilizzo di titoli garantiti da ipoteca immobiliare in territorio statunitense.

La Giustizia Usa ha chiesto 14 miliardi di dollari di danni alla banca e il titolo è crollato ai minimi storici, sui dubbi che Deutsche Bank abbia le possibilità finanziarie di reperire tale somma.

Le dichiarazioni giungono dal Peterson Institute di Washington per bocca dell'economista Jacob F. Kirkegaard, alle quali si aggiungono le considerazioni di diversi analisti che ritengono probabile, se non inevitabile, una ricapitalizzazione statale per Deutsche Bank, possibile attraverso i nuovi strumenti del bail in. Solo nel 2013 la banca avrebbe poi regolarizzato contabilmente 37 di queste operazioni trasformando i prestiti fuori bilancio in derivati iscritti in bilancio tra gli asset di "livello 3", quelli la cui valutazione è soggetta alla massima discrezionalità. Il quotidiano della City scrive che una decisione non è ancora stata presa, mentre Deutsche Bank non ha voluto commentare. "Sarebbe una strada elegante per evitare un salvataggio di Stato", ha detto all'Handelsblatt un anonimo presidente di una grande banca europea.

Deutsche Bank ha già accantonato a riserva 5,5 miliardi per le varie cause legali, per cui se l'importo costretta a sborsare fosse limitato ai 3 suddetti miliardi inizialmente richiesti dagli USA, potrebbe coprirlo senza problemi, avendo anche un buon margine per affrontare le altre inchieste in corso contro di essa.

Altre Notizie