Martedì, 17 Settembre, 2019

Unicredit in denaro a Milano, ancora rumors su Pioneer

Esposti Saturniano | 09 Ottobre, 2016, 09:44

Il caso Pioneer sta sicuramente rafforzando la spirale di acquisti sul titolo Unicredit. Le azioni del gruppo di Piazza Gae Aulenti segnano un rialzo dell'1,5% a 2,124 euro, all'interno di un listino che cede lo 0,2%. Un'offerta che pare abbia scatenato immediatamente le reazioni dei contendenti. In particolare, la cordata Poste, Anima e Cdp avrebbe offerto 3,4 miliardi e potrebbe ora cercare un alleato per competere con i francesi.

I quattro pretendenti per Pioneer (Amundi, la cordata Poste-Anima-CdP, Macquarie e Aberdeen) dovranno presentare un'offerta vincolante entro il 3 novembre. Le ipotesi finora circolate ventilavano una valorizzazione del 100% del capitale di Pioneer nel range 2,5-3 miliardi.

E' evidente che una valorizzazione di Pioneer da 4 miliardi non potrà non avere un impatto estremamente positivo sul titolo Unicredit. Gli analisti di Icbpi sottolineano che sarebbe pari a oltre 20 volte gli utili medi e a circa l'1,8% degli asset under management. Valori che potrebbero essere ragionevoli nell'ipotesi in cui il compratore negoziasse con UniCredit accordi commerciali favorevoli per un periodo prolungato, conclude il report.

Altre Notizie