Giovedi, 23 Gennaio, 2020

Accorinti: "Io legalizzerei i quartieri a luci rosse e la cocaina"

Accorinti: Accorinti: "Io legalizzerei i quartieri a luci rosse e la cocaina"
Evangelisti Maggiorino | 08 Ottobre, 2016, 14:28

Sicuramente pero', le ultime dichiarazioni di Renato Accorinti, sindaco di Messina, lasceranno ancora il segno come e piu' che in altre occasioni. Questa cosa va rispettata totalmente, poi e' ovvio che la donna non va sfruttata. "Se oggi potessi decidere di aprire i bordelli e togliere le puttane dalla strada lo farei".

E sull'uso di droghe, ha aggiunto: " Non ho mai fumato una sigaretta normale. Accorinti si è anche soffermato sugli effetti terapeutici della droga leggera e dell'uso che se ne fa in India, dove anche i novantenni la utilizzano regolarmente.

Attenzionando l'argomento droga il politico pacifista che da tre anni guida il Comune dello Stretto, ha rimarcato in chiusura: "la marijuana secondo me, andrebbe certamente legalizzata perchè farebbe meno male dell'alcool". Legalizzerei anche la cocaina, sostenendo le persone che sono cadute in questa spirale, nell'intraprendere un percorso di uscita dal tunnel.

Sul ponte, suo vecchio cavallo di battaglia, non lesina nulla, neanche le parolacce. "Il ponte? Il governo ci ha rotto i coglioni, almeno Berlusconi ha una sua coerenza. Almeno il nemico lo riconosci, come dice Gaber, ma quando la cosa è sotto traccia, come nel caso di Renzi, non riesci a capire chi è il nemico". E lei come voterà al referendum?: "No secco, come farò da sindaco a fare pure il senatore?". Rispetto ai Rom, Accorinti puntualizza che "rubano molto meno dei siciliani mafiosi". "Molto meglio loro - conclude - di tutti quei siciliani mafiosi e collusi con la mafia, o di quei politici che in modo lucido hanno devastato l'Italia".

Alle 00.18 il sindaco Accorinti ha inviato la propria versione dei fatti, per quanto incompleta, in merito al proprio intervento a Radio 24.

Altre Notizie