Venerdì, 19 Luglio, 2019

Draghi sul quantitative easing "Avanti fino a fine marzo e oltre"

Borse europee aprono in ribasso su scia ipotesi stop bazooka Bce Draghi sul quantitative easing "Avanti fino a fine marzo e oltre"
Esposti Saturniano | 07 Ottobre, 2016, 18:31

La ripresa economica dell'area euro "continua ad espandersi a un passo moderato e stabile" ma "con un ritmo piu' lento" rispetto a sei mesi fa e cioe' rispetto al vertice Fmi di aprile. Parola di Mario Draghi, presidente della Bce, che ha parlato di politica monetaria e ripresa economica intervenendo all'International Monetary and Financial Committee di Washington.

La Bce farà la sua parte per sostenere la crescita della zona euro, proseguendo la propria politica di stimolo monetario fatta di tassi di interesse ultra bassi e di acquisti di obbligazioni.

"La Bce intende gestire l'acquisto degli asset Sino a fine marzo o anche oltre, se necessario e, in ogni caso, finche' il direttivo non vedra' che l'inflazione avra' raggiunto in modo sostenibile livelli vicini al 2% nel medio termine". Secondo Draghi la politica monetaria accomodante offre una "unica finestra di opportunità per l'attuazione di riforme strutturali". Sforzi di riforma a livello strutturale ambiziosi e ben sequenziati, ha continuato Draghi, "assieme a una politica fiscale di sostegno alla crescita, permetteranno all'economia dell'Eurozona di raccogliere tutti i benefici dalla nostra politica monetaria, portando a una crescita economica sostenibile piu' elevata e rendendo la nostra economia piu' resistente agli shock". "Fondamentale" e' la cooperazione tra tutte le parti interessate, ivi compresi "Governi, banche, legislatore e investitori a livello nazionale ed europeo cosi' da poter realizzare chiari progressi in questo settore".

Altre Notizie