Lunedi, 21 Ottobre, 2019

Canone Rai, ancora incertezze da parte di numerosi cittadini

Canone Rai, ancora incertezze da parte di numerosi cittadini Canone Rai, ancora incertezze da parte di numerosi cittadini
Esposti Saturniano | 06 Ottobre, 2016, 23:40

Non tornano i conti in casa Rai per il canone.

Il dato emerge dall'aggiornamento del fabbisogno statale pubblicato dal ministero dell'Economia, secondo cui "gli incassi fiscali hanno evidenziato una crescita di circa 2.400 milioni, che incorpora anche il versamento di quasi 1.000 milioni per le prime rate del canone Rai da parte dei gestori delle utenze elettriche".

Flop del canone Rai in bolletta: nonostante la misura del governo Renzi lo Stato ha incassato "solo" un miliardo di euro, ben lontano dall'obiettivo 1,8 miliardi per l'intero 2016, scrive Giuliano Balestrieri su Repubblica.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le società elettriche che riceveranno il pagamento di una bolletta "parziale" dovranno semplicemente trasferire la pratica all'Agenzia delle Entrate che effettuerà i relativi riscontri. "Un dato molto lontano da quell' 1,3 miliardi di euro preventivati e che sarebbero dovuti entrare nelle tasche della rete attraverso la prima rata", spiega il presidente Codacons, Carlo Rienzi. La TV di stato ha incassato 1,59 miliardi di euro (ma l'importo dovuto era di 113 euro, quest'anno è sceso a 100 euro, differenza che secondo le stime andava compensata con il calo dell'evasione). Come a dire che mancano ancora 300 milioni di euro. Peggio: senza un netta inversione di rotta, l'incasso complessivo rischia di fermarsi a 1,42 miliardi, meno degli 1,6 del 2015. A giustificare la probabile parzialità dei dati c'è la spiegazione fornita dal viceministro dell'Economia Enrico Zanetti, che nei giorni scorsi aveva sottolineato come una fetta della popolazione, ad esempio gli abitanti delle isole, pagano tramite F24 e non con la bolletta elettrica, e che per loro sarà possibile effettuare i versamenti entro il 31 ottobre. Ma se si confronta quel miliardo con l'incasso fruttato nel 2015 dal canone Rai, e cioè 1,716 miliardi, si potrebbe pensare a un fallimento. Per la Cgil i limiti del piano industriale sono nella stima dei 22 milioni di utenti, superiori agli effettivi.

Altre Notizie