Sabato, 24 Agosto, 2019

Roccamena, in contrada Casalotto scoperto un cimitero di mafia

Scoperto il Scoperto il"cimitero della mafia ossa e resti umani dentro una grotta a Corleone Oggi alle 1
Evangelisti Maggiorino | 05 Ottobre, 2016, 21:09

Il luogo è di difficile accesso e profondo. Al momento le indagini sul caso sono stare affidate al procuratore della Repubblica di Palermo Francesco Lo Voi e all'aggiunto Leonardo Agueci che mantengono il massimo riserbo sulle modalità con cui si è giunti al l'individuazione del luogo. Le operazioni di recupero ad opera del soccorso alpino stanno avvenendo in una caverna sotterranea, ovvimanete in territorio aspro e impervio che non facilita l'operazione. Secondo gli esperti del Ris si tratterebbe di un cimitero di mafia.

Ulteriori indagini saranno effettuate nei prossimi giorni, assieme agli accertamenti per dare un nome a ciò che resta dei cadaveri. Elemento questo che fa ipotizzare che dietro al cimitero, nella zona impervia e difficilmente raggiungibile del Palermitano, possa celarsi la mano della mafia. La notizia dell'esistenza del cimitero è arrivata da una "fonte confidenziale". Per decenni, infatti, la zona è stata utilizzata dagli uomini della piovra per occultare i cadaveri delle persone che dovevano semplicemente sparire nel nulla. Ulteriori informazioni arriveranno solamente dopo il recupero dei resti e l'analisi dei reperti da parte dei Ris.

Non sarà semplice risolvere il giallo, anche facendo ricorso alla lista dei casi di "lupara bianca". Resta da capire soltanto chi: gli elenchi dei morti ammazzati che Cosa nostra ha fatto svanire nel nulla sono ancora lunghi.

Altre Notizie