Martedì, 15 Ottobre, 2019

Mafia: cimitero Cosa nostra trovato grazie a fonte confidenziale

Mafia: cimitero Cosa nostra trovato grazie a fonte confidenziale Mafia: cimitero Cosa nostra trovato grazie a fonte confidenziale
Evangelisti Maggiorino | 05 Ottobre, 2016, 20:02

Elemento questo che fa ipotizzare che dietro al cimitero, nella zona impervia e difficilmente raggiungibile del Palermitano, possa celarsi la mano della mafia.

Teschi, ossa e resti umani sono stati trovati in una caverna di Roccamena, un paese del palermitano. Le indagini sono coordinate dal procuratore della Repubblica di Palermo Francesco Lo Voi e dall'aggiunto Leonardo Agueci. Pare fosse proprio il cimitero delle cosche utilizzato dal clan del boss Salvatore Lo Piccolo per seppellire le vittime della sua guerra ai mafiosi che non ubbidivano o che lavoravano per gli avversari.

All'interno, gli uomini del'Arma hanno individuato i resti (ossa e teschi umani) di almeno cinque persone. A Roccamena anche due sostituti procuratori della Direzione distrettuale antimafia di Palermo. In un primo momento si era ipotizzato un possibile collegamento con la collaborazione di Nino Pipitone, il boss di Carini che ha recentemente deciso di "saltare il fosso" e farsi pentito: circostanza questa che è stata esclusa dagli inquirenti. Maggiori dettagli arriveranno solo dopo il recupero dei resti e gli esami scientifici, tra cui il prelievo del Dna, anche se per accertare le identità probabilmente ci vorrà molto tempo.

Altre Notizie