Venerdì, 14 Agosto, 2020

Arrestato il superlatitante Antonio Pelle detto "la mamma"

Arrestato il superlatitante Antonio Pelle detto Arrestato il superlatitante Antonio Pelle detto "la mamma"
Evangelisti Maggiorino | 05 Ottobre, 2016, 19:19

Antonio Pelle, il boss arrestato stamani dalla polizia dopo 5 anni di latitanza, è stato scoperto all'interno di una intercapedine realizzata tra la stanza da letto ed il bagno della sua abitazione di Bovalino. Aveva realizzato un nascondiglio quasi all'altezza del soffitto. Pelle dovrà scontare ben 20 anni di reclusione, il suo nome infatti figurava tra i 100 ricercati più pericolosi ed era a un passo dall'entrare tra i primi 10.

In data 14.04.2011, la Corte di Appello di Reggio Calabria sostituiva la custodia in carcere con quella degli arresti domiciliari.

Gli uomini della squadra mobile di Reggio Calabria gli hanno messo le manette ai polsi dopo ore di ricerche. All'interno c'era anche un settore dove fu trovata una mini piantagione di canapa indiana. A seguito dei fatti sopra esposti, Antonio Pelle, in data 30.08.2007, è stato colpito da provvedimento di Fermo e successivamente dal conseguente Provvedimento di custodia cautelare emesso in data 17.09.2007 dal G.I.P. presso il Tribunale di Reggio Calabria (Operazione "Fehida"), ai quali riusciva a sottrarsi. Pelle, condannato per associazione mafiosa, è ritenuto dagli investigatori "il capo di quello schieramento che ha portato all'omicidio di Maria Strangio nel Natale del 2007 e che ha suscitato la reazione delle cosche opposte culminata con la strage di Duisburg". Nella strage di Duisburg furono uccise 6 persone ritenute dagli inquirenti affiliate proprio ai Pelle-Vottari.

Altre Notizie