Martedì, 11 Agosto, 2020

Trovato cimitero di mafia in una grotta del palermitano

Una veduta della vallata di Corleone Una veduta della vallata di Corleone
Evangelisti Maggiorino | 05 Ottobre, 2016, 18:18

Scoperto un cimitero della mafia.

Sarebbe stata una fonte confidenziale a svelare ai magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Palermo l'esistenza di un cimitero della mafia nei pressi di Corleone, dove sono stati trovati i resti umani di almeno sei persone, tra cui almeno una donna. Indagano i carabinieri e gli esperti del Ris. Necessario l'intervento degli uomini del soccorso alpino. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore Francesco Lo Voi e dall'aggiunto Leonardo Agueci.

Alcuni investigatori sono già scesi nella caverna potendo constatare la presenza dei resti umani che, però, non sono ancora stati portati in superficie.

Il luogo è di difficile accesso e profondo, non è chiaro se si possa trattare di una foiba. C'è massimo riserbo in procura sull'input che ha portato alla scoperta. In un primo momento si era ipotizzato un possibile collegamento con la collaborazione di Nino Pipitone, il boss di Carini che ha recentemente deciso di "saltare il fosso" e farsi pentito: circostanza questa che è stata esclusa dagli inquirenti. Sul posto si trovano anche due sostituti procuratori palermitani.

Altre Notizie