Martedì, 16 Luglio, 2019

Passione per il lusso: dipendente di banca ruba 2 milioni di euro

Carabinieri a Guardia di Finanza insieme Carabinieri a Guardia di Finanza insieme
Evangelisti Maggiorino | 04 Ottobre, 2016, 13:13

L' impiegata è accusata dalla Procura di Udine di truffa e riciclaggio.

Tutto nasce dalla denuncia fatta nel gennaio del 2016 ai carabinieri di Tolmezzo da parte di un anziano correntista della banca in questione, che lamentava l'ammanco di un importo pari a 150 mila euro dal suo conto.

Il materiale sequestrato
Il materiale sequestrato

Ma cosa è realmente successo? Si tratta, purtroppo, in prevalenza di persone anziane o di coloro che, dopo aver lavorato all'estero, erano rientrate in Italia con i risparmi di una vita.

Il fare dell'impiegata di banca, appassionata di borse lussuose, era ormai oliato: si faceva consegnare soldi in contanti da investire su fantomatici titoli o azioni invece li girava su altri conti correnti. Tali somme di denaro, anziché essere impiegate nei prospettati investimenti, venivano intascate o dirottate su altri conti correnti paralleli, all'insaputa degli ignari clienti. La donna avrebbe anche operato materialmente sui conti dei truffati a loro completa insaputa, consegnando poi loro rendiconti fittizi con l'indicazione di irreali patrimoni e profitti. I carabinieri si sono resi che non si trattava di un caso singolo; hanno contattato le altre potenziali vittime e poi raccolto le denunce. Nell'indagine a quel punto è entrata anche la Guardia di finanza. Nella mattina di ieri, su delega dell'autorità giudiziaria, carabinieri e finanzieri hanno eseguito una perquisizione domiciliare a carico dell'indagata rinvenendo e sequestrando varia documentazione probatoria sia cartacea che elettronica tra la quale un'agenda, considerata poi dagli investigatori, il " libro mastro" contenente dettagli importantissimi per la ricostruzione delle truffe. Al termine di questa complessa ma non certo ultimata attività investigativa, si stima che gli ammanchi totali possano aver raggiunto la cifra di più di due milioni di euro.

Altre Notizie