Venerdì, 22 Novembre, 2019

Italia: in calo furti e scippi ma aumentano le frodi online

La mappa dei reati italiani elaborata da Il Sole 24 Ore La mappa dei reati italiani elaborata da Il Sole 24 Ore
Evangelisti Maggiorino | 03 Ottobre, 2016, 17:43

Esiste una specializzazione geografica e sociale dei crimini nel nostro paese. Sono diminuiti anche i furti di vetture, con un -7,41%.

In generale i reati denunciati sono stati 20.741, circa 5.302 ogni 100mila abitanti, ma da noi non si registra l'escalation di truffe e frodi informatiche, come confermato invece a livello nazionale. Le città della Campani si aggiudicano posti molto in basso nella classifica: Napoli il 30esimo e Caserta il 65esimo.

Furti e rapine. Per quel che riguarda il numero di furti complessivi (voce in cui si fanno rientrare anche scippi e borseggi) la Lucchesia resta comunque nella top ten, sebbene con un vistoso calo di episodi (-6,6%).

Per quanto riguarda le regioni è l'Emilia Romagna quella a registrare più crimini, seguita da Liguria e Lazio, mentre la Campania risulta all'ottavo posto, anche se l'incremento delle denunce è stato dell' 1,29 %. La Classifica, ovviamente, include dati relativi alle denunce e quindi non può considerare le percentuali di crimini effettivamente commessi. Il che vuol dire che i criminali made in Naples hanno perso la loro patina romantica di maestri dell'imbroglio come sapeva bene il povero Decio Cavallo che comprò la fontana di Trevi, e vanno per le maniere spicce, un salto sul motorino e via. Un dato dovuto al fatto che nel 2015 sono stati denunciati 7791 reati ogni 100mila abitanti.

In base ai numeri messi in fila da 'Il Sole 24 Ore', nel 2015, in Italia, il totale dei delitti denunciati all'autorità giudiziaria è diminuito del 4,5% (2,7 milioni contro i 2,8 milioni dell'anno precedente) in misura superiore al 2014 (-2,7%).

Altre Notizie