Martedì, 12 Novembre, 2019

Napoli. Omicidio di Andrea Ottaviano: arrestati i due cugini

Napoli. Camorra ricostruito l'omicidio di Andrea Ottaviano. I Carabinieri scoprono gli autori Carabinieri sul posto
Machelli Zaccheo | 03 Ottobre, 2016, 17:05

Questa mattina la Dda partenopea ha dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal G.i.p presso il Tribunale di Napoli, nei confronti dei 4 indagati, ritenuti responsabili, a vario titolo, del reato di omicidio con l'aggravante delle finalità mafiose. A loro viene contestato il reato di favoreggiamento personale e di aver reso false dichiarazioni alla polizia. Per Luciano Mazzarella e Luciano Barattolo è stata disposta la custodia in carcere; arresti domiciliari per Mariarca Riera e Mazzarella Luisa: hanno fornito reiterato aiuto per sviare le indagini, adoperandosi anche per pulire la scena del crimine dalle tracce di sangue.

La ricostruzione della vicenda è stata possibile grazie alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, riscontrate dagli elementi acquisiti nell'immediatezza dei fatti. L'omicidio era un regolamento di conti all'interno del clan Mazzarella. Luciano Mazzarella e Andrea Ottaviano, cugini, aspiravano entrambi alla gestione dell'organizzazione: essendo Luciano in carcere, Andrea Ottaviano era succeduto al fratello Paolo come responsabile del clan. Per eliminarlo fu organizzato un agguato. Qui Luciano Mazzarella lo colpì con più colpi di pistola.

Altre Notizie