Lunedi, 11 Novembre, 2019

Legabasket: la prima vittoria stagionale è dell'Enel Brindisi

Basket la ditta Legabasket: la prima vittoria stagionale è dell'Enel Brindisi
Evangelisti Maggiorino | 03 Ottobre, 2016, 16:20

Ma abbiamo perso troppe palle e sbagliati troppi tiri liberi. Risultato finale di 69-61 per Brindisi e due punti in classifica che fanno tanto morale. Questo infatti sarà il quarto match di serie A disputato alle 12 nella breve storia di Aquila Basket nella massima serie: nei tre precedenti, tutti ovviamente risalenti alla passata stagione e curiosamente sempre disputati in trasferta, la Dolomiti Energia vanta un bilancio di 1 vittoria (a Sassari) e due sconfitte (a Reggio Emilia e Cantù).

Ancora indietro Craft e Hogue, Beto è appena arrivato, Flaccadori può fare meglio e Jefferson si è rivelato troppo importante senza un backup idoneo. Enel si sblocca dalla lunetta con Spanghero, ma chiuderà il primo periodo dietro di 6 lunghezze, 14-20. Il protagonista è il centro JJ che lavora molto bene con rimbalzi e schiacciate per finalizzare il lavoro dei compagni. L'Enel ha ridotto a -3 sul 17-14. Così i padroni di casa possono controllare sino alla sirena senza grossi problemi, nonostante i tentativi ospiti di Lighty e qualche persa banale.

Al 10' è 14-20 Trento dopo che i bianconeri sono riusciti pure a portarsi sul più 10. "Il nostro obiettivo è proprio quello di proporci come punto di riferimento per chi, come noi, ama il basket e vive per lo sport più bello del mondo".

A mettere davvero nei guai i trentini, però, è soprattutto il secondo fallo di Jefferson, immediatamente seguito dal terzo per fallo tecnico. L'errore costa caro, entra Lechtaler per Trento, si sveglia Scott e l'Enel va avanti. Tra loro ci sono addirittura tre elementi al debutto nel professionismo: il play Nic Moore - da Southern Methodist - il figlio d'arte AJ English - il figlio dell'ex romano viene da Iona - e come il lungo di grande prospettiva Robert Carter, da Maryland. Entrambe le squadre tirano malissimo da 3. Ad uscire meglio dai blocchi è la formazione ospite (7-17 all'8'), con otto punti di Jefferson e le buone iniziative della coppia italiana Flaccadori-Baldi Rossi. Non sono mancati i momenti di confusione ma sul 50-44, Spanghero decide che è il momento di osare ed è +9.Termina il terzo periodo 53-44. 44-42 dopo metà quarto. Da migliorare, sul fronte degli aspetti negativi, sicuramente le percentuali al tiro da 3 punti.

I bianconeri proseguono a sbagliare valanghe di liberi con Lighty e Jefferson. Assist: Brindisi 14 (English 4), Trentino 10 (Flaccadori 3). L'Aquila sembra molto in difficoltà.

Eppure Trento aveva iniziato la partita nel migliore dei modi, grazie ai punti e al controllo dei tabelloni della coppia Jefferson - Baldi Rossi.

Altre Notizie