Martedì, 25 Giugno, 2019

Ligabue svela il nuovo album "Made in Italy"

Ligabue svela il nuovo album Ligabue svela il nuovo album "Made in Italy"
Deangelis Cassiopea | 02 Ottobre, 2016, 21:52

Il 18 novembre uscirà in tutti i negozi i dischi e digital download "Made in Italy", il nuovo disco di Luciano Ligabue (l'undicesimo di inediti, il ventesimo della carriera). Nei due concerti, il pubblico ha potuto ascoltare per la prima volta "LA VITA FACILE" (brano che apre il nuovo disco), "HO FATTO IN TEMPO AD AVERE UN FUTURO (che non fosse soltanto per me)" e "DOTTORESSA". Ebbene una settimana dopo lo voglio suonare PER INTERO in anteprima per gli iscritti al fan club. Uno scritto che ha il sapore del ringraziamento per tutti quelli che hanno partecipato e reso possibile il Liga Rock Park di fine settembre.

Non un'anteprima audio ma un vero e proprio concerto esclusivo: è questo il programma del raduno 2016 del Bar Mario con il Liga, in programma per domenica 27 novembre a Firenze. Le date del tour 2017 verranno annunciate il 7 ottobre ma nell'attesa "ho deciso un'altra cosa per quelli del Bar Mario".

"Sarà nel palasport e lo terremo di pomeriggio per permettere a molti il rientro serale", continua Ligabue. I posti disponibili andranno a ruba e le modalità di accesso non sono ancora state rese note ma serve l'iscrizione attiva al BarM ario!

Ligabue aggiunge: "E' stato bello vedere le vostre facce attente, curiose, concentrate, stupite e divertite mentre eseguivamo i tre inediti a Monza. Qui avrete una settimana di tempo (dall'uscita dell'album, ndr) per familiarizzare con le canzoni e venire a condividerle con noi". Che non vincera' cosi' tanto in questi anni ma resta sempre "la macchina" anche per chi e' ignorante in materia di motori come me.

Una settimana per imparare a memoria i nuovi brani di Made In Italy è poi cantarli a squarciagola con il rocker di Correggio. La Ferrari erano tutti i tecnici, sempre più bravi, sempre più decisivi, la Ferrari era quel palco, con quella passerella e quello schermo, la Ferrari era lo splendore di quella parte di parco che abbiamo occupato, la Ferrari era il gruppo, il mio gruppo (che macchina... che macchina...).

Altre Notizie