Mercoledì, 08 Luglio, 2020

Il messaggio horror che terrorizza gli utenti su WhatsApp: "Sono morto..."

Il messaggio horror che terrorizza gli utenti su WhatsApp: Il messaggio horror che terrorizza gli utenti su WhatsApp: "Sono morto..."
Acerboni Ferdinando | 01 Ottobre, 2016, 06:19

Così da qualche tempo, le notti dei ragazzini sono divenute angoscianti a causa di questo messaggio che ha iniziato a circolare diventando pressoché virale: "Ciao, mi chiamo Luca ho 7 anni, capelli neri e occhi rossi". Non ho ne naso ne orecchie...

E' l'ennesima catena di Sant'Antonio dai toni macabri che circola in questi giorni su WhatsApp e che sta spaventando molti bambini che hanno inviato il messaggio ai propri contatti. Ma quando finiscono nelle mani di bambini, anche piccoli, visto che a sei, sette i notri figli "smanettano" con grande abilità, il discorso cambia, soprattutto quando questi messaggi evocano sentimenti di paura che un bambino non sa gestire. Ed è proprio ai genitori che la Polizia di Stato si rivolge in un lungo post pubblicato sulla fan page ufficiale di Facebook 'Una Vita da Social'. Sono morto" - il testo in circolazione - " Se non mandi questo messaggio a 15 persone nei prossimi 5 minuti io appariro stanotte di fianco al tuo letto con un coltello e ti uccidero. Qualcosa di bello ti capitera stasera alle 22.22. Ripeto non è uno scherzo. Qualcuno vi telefonera o ti parlera sul cellulare e ti dira che ti ama.

Le catene di Sant'Antonio non sono di certo una novità, anzi, ma alcune tipologie possono creare disagi alle persone meno preparate, tra cui i bambini. Oltre alle catene portafortuna, di bufale o ironiche, infatti, quelle legate al malocchio o a supposte storie horror che potrebbero portare alla morte di chi non le condivide possono provocare ansia negli utenti più giovani.

Roma. La paura corre su WhatsApp.

Altre Notizie