Lunedi, 15 Luglio, 2019

Iachini, vedo l'Udinese in crescita

Udinese Iachini 'Badu in dubbio fino all'ultimo aspettiamo Fofana' Udinese Iachini 'Badu in dubbio fino all'ultimo aspettiamo Fofana'
Cacciopini Corbiniano | 30 Settembre, 2016, 16:19

La Lazio? Ha grande qualità, a prescindere dal modulo.

Fofana l'abbiamo provato davanti alla difesa ma con l'arrivo di Kums l'abbiamo collocato mezzala. Dobbiamo superare i piccoli ostacoli che ci stanno frenando. "Hanno conoscenze importanti. Dovremo essere attenti e concentrati, ripetendo quello che abbiamo fatto in alcune partite positive".

Primo tentativo. Proprio così, perché ieri Badu è sì rientrato in gruppo, ma va anche aggiunto che dopo il riscaldamento effettuato davanti ai tifosi, sul campo 1 del Bruseschi, la squadra si è poi spostata sul terreno del Friuli, dove ha sostenuto le esercitazioni sulle palle inattive. Il tecnico dei friulani ha spiegato che domenica scorsa, a Reggio Emilia, contro il Sassuolo, l'Udinese "ha sbagliato troppo nel palleggio e nel fraseggio, e quando questo accade la squadra è molto meno pericolosa".

Lazio ed Udinese sono le squadre che usano più under 23 in Italia. Concediamo poco agli avversari, sono i numeri che lo dicono. Tatticamente parlando l'ex Valencia si trova a suo agio nel 4-3-3 come esterno sinistro, anche se Iachini fino ad ora gli ha cucito addosso un ruolo per lui inedito, quello di interno nel 3-5-2, in modo da assicurare maggiore equilibrio al suo scacchiere. "Da un lato è affascinante perché vedere crescere questi ragazzi giorno dopo giorno è molto bello, anche se a volte c'è il rovescio della medaglia, perché nella gara non puoi permetterti errori, come capiterà nella partita contro la Lazio". Sta imparando, essendo reduce da una stagione in cui giocava nei due di centrocampo.

Iachini non potrà ancora contare su Halfredsson (sostituito da Fofana) e Widmer (al suo posto Wague); in dubbio la presenza di De Paul alle spalle di Zapata e Perica (favorito su Thereau): se l'argentino non dovesse giocare, pronto Evangelista. Jankto? Sì, sono tutti ragazzi che fanno parte della nostra rosa e che avranno spazi giusti per mettersi in evidenza; poi ogni gara è una storia a se stante.

Altre Notizie